Mark Zuckerberg è la Persona dell’Anno di Time

AziendeManagementMarketingNomineSocial media

Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, è stato preferito al controverso Julian Assange di WikiLeaks

La prestigiosa rivista Time concede a Mark Zuckerberg l’ambitissimo titolo di Person of the Year (persona dell’anno) per il 2010 di Time. Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, è stato preferito al controverso Julian Assange di WikiLeaks, che però è stato il più votato online dai lettori. Ma il Time ha deciso di ignorare il risultato del sondaggio e dedicare a Zuckerberg la copertina del 2010.

Nei giorni scorsi anche Mark Zuckerberg, il più giovane miliardario di Forbes, si è unito al club di ThegivingPledge, progetto filantropico di Bill Gates che consiste nell’impegno a donare in beneficenza metà del proprio patrimonio (per zuckerberg metà do oltre 6 miliardi di dollari). Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, è al quarto posto, della classifica di Fortune dei 50 manager (businessmen) dell’anno.

Visto che Facebook è anche la parola dell’anno per Google Zeitgeist (tra le più cliccate sul motore di ricerca), e il film The social Network rischia di sbancare ai Golden Globe e successivamente agli Oscar, la copertina di Time dedicata a Zuckerberg non è affatto casuale. Secondo il sito online Glassdoor, Facebook è il luogo ideale in cui lavorare: il social network diretto da Zuckerberg è stato eletto il miglior posto di lavoro possibile.

Anche secondo Idc, le tecnologie chiave del 2011 saranno il cloud computing, il mobile computing, convergenza (se ne parla da circa dieci anni) e il social networking, trainate dal successo di Facebook. Facebook è valutato 50 miliardi di dollari.

Dì la tua in Blog Café: Le parole del 2010, Google e gli italiani

Mark Zuckerberg
Mark Zuckerberg
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore