Mark Zuckerberg (Facebook) scommette su Realtà virtuale e AI

MarketingSocial media
Mark Zuckerberg (Facebook) scommette su Realtà virtuale e AI
1 0 1 commento

Mark Zuckerberg punta su Realtà virtuale, Internet.org e AI: sono i punti cardinali dell’agenda decennale di Facebook, delineati in una sessione pubblica di domande e risposte tenutasi sul social network

Mark Zuckerberg, il 31enne Ceo e co-fondatore di Facebook, ha illustrato i punti essenziale dell’agenda del social network da oltre 1,3 miliardi di utenti: Internet.org, Realtà virtuale e intelligenza artificiale (AI) sono ai primi posti.

Mark Zuckerberg (Facebook) scommette su Realtà virtuale e AI
Mark Zuckerberg (Facebook) scommette su Realtà virtuale e AI

Il Ceo di Facebook ha risposto a una raffica di domande in una sessione pubblica di Q&A sul social network, delineando l’agenda dei prossimi anni: ha parlato anche di privacy, di policy sull’uso dei nomi reali e del controverso progetto Internet.org, che in India ha suscitato forti perplessità, accusato di minare la net neutrality, ma che, azzerando il digital divide, può portare fuori dalla povertà 400 milioni di persone. Zuckerberg ha anche dato la sua definizione di bontà e si è perfino interrogato sulla vita eterna.

Il francese Yann Le Cun, insegnante specializzato di «deep learning» a l’università di New York, è stato ingaggiato per realizzare un laboratorio di AI: una struttura è a Menlo Park, l’altra verrà aperta a Parigi e sarà diretta da Florent Perronnin. A regima, sarà un laboratorio con una 50ina di ricercatori.

Mark Zuckerberg ha poi messo l’accento sulle esperienze immersive nella realtà virtuale, anche con l’apporto della wearable tech e dei caschi stile Oculus Rift, acquisito da Facebook per 2 miliardi di dollari, e al debutto nel 2016.

La realtà virtuale rappresenta il prossimo step della tecnologia indossabile: “Ci sono pochi ma importanti tendenze nella comunicazione umane che speriamo di migliorare. Prima abbiamo condiviso testi, ora postiamo principalmente foto. Nel futuro i video saranno molto più importanti (usati) delle foto. Dopo tutto questo (verranno) esperienze totalizzanti come essere immersi nella realtà virtuale e saranno la norma. Dopo avremo il potere di condividere tutta la nostra gamma di sensi ed esperienze emotive con la gente quando vorremo”.

Ma la prossima frontiera di Facebook sarà infine la telepatia, la possibilità di condividere a distanza emozioni, sentimenti e pensieri con i nostri amici sul social network di Menlo Park: “Un giorno saremo in grado di scambiarci pensieri pieni e ricchi l’un l’altro direttamente usando la tecnologia. Sarete in grado di pensare a qualcosa e i vostri amici saranno in grado di vivere la stessa esperienza immediatamente, se voi lo vorrete. Questa sarà l’ultima frontiera della tecnologia”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore