Mark Zuckerberg si unisce al club della beneficenza di Bill Gates per donare il patrimonio

AziendeManagementMarketingNomine

Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, al momento del testamento lascerà una gran fetta del suo immenso patrimonio in beneficenza, secondo la filosofia di Bill Gates e Warren Buffett. TheGivingPledge: per ora ha convinto 57miliardari americani

Anche Mark Zuckerberg, il più giovane miliardario di Forbes, al momento del testamento lascerà una gran fetta del suo immenso patrimonio in beneficenza.

Il progetto filantropico di Bill Gates consiste nell’impegno a donare una parte consistente del proprio patrimonio, lasciando a figli solo una percentuale dell’eredità. Bill Gates e Warren Buffett hanno fatto parlare di “capitalismo solidale” o “compassionevole“. All’iniziativa di Bill Gates (uomo più ricco del mondo) e Warren Buffett (noto come l’Oracolo di Omaha, e storico numero due nella classifica di Forbes) hanno già aderito esponenti del gotha finanziario non solo americano, ma anche cinese.

Insieme a Mark Zuckerberg, aderiscono anche il finanziere Carl Icahn e Steve Case (co-fondatore di Aol).

Mark Zuckerberg era stato accusato di beneficenza ad orologeria, ma con questa mossa si riscatta alla grande: non è da tutti lascerà metà del patrimonio in beneficenza, anche quando si tratta di cifre da capogiro da 6 miliardi di dollari. Warren Buffett ha per esempio donato 37,4 miliardi di dollari (l’85%  del suo patrimonio personale) in beneficenza alla Fondazione Bill and Melinda Gates. Il 50% di patrimonio da devolvere alla filantropia è l’idea di Gates e Buffett, spiegata sul sito TheGivingPledge: per ora ha convinto 57miliardari americani a donare metà del patrimonio in beneficenza, tra i quali spiccano paperoni come Paul Allen, il sindaco di N.Y. Michael Bloomberg e Larry Ellison, Ceo di Oracle. Alla lista ora va aggiunto anche Mark Zuckerberg.

Bill Gates promuove la filantropia
Bill Gates promuove la filantropia
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore