Maxtor OneTouch 4 Plus

CloudServer

Disco fisso esterno e software a corredo. In un’unica soluzione quanto serve per archiviare i dati, fare il backup, ripristinare il sistema e crittografare

La prima esigenza per chi lavora è di poter far fronte a un blocco del sistema o alla perdita dei documenti nel minor tempo possibile.

E questa è una delle funzioni principali dei dischi fissi esterni che possono immagazzinare grandi quantità di dati d’archivio e, se corredati del software opportuno, consentire anche il ripristino del sistema operativo e dell’ambiente di lavoro.

OneTouch 4 Plus è un hard disk esterno con velocità di 7200 RPM e doppia interfaccia (Firewire 400 e USB 2.0). L’unico pulsante sullo chassis del disco è personalizzabile. Può essere utilizzato per avviare un’applicazione a scelta, per attivare una procedura di backup programmato, per la sincronizzazione con un altro PC. Il modello provato ha una capacità di 500 GB, ma è disponibile anche con memoria da 250 e 750 GB quindi in grado di salvare comodamente una ricca collezione di musica, filmati e foto.

maxtor_manager.png

Una delle caratteristiche più interessanti di questo disco è la dotazione software. L’installazione richiede semplicemente il collegamento alla rete elettrica e al PC e il caricamento del programma in dotazione. Il software, denominato Maxtor Manager, comprende il tool di gestione dell’unità (compresi gli strumenti per il risparmio energetico e il test di diagnosi dell’unità), la procedura per il backup delle cartelle e delle unità selezionate, il programma di sincronizzazione dei file tra due PC ( o tra il disco e un PC), SafetyDrill (per il ripristino dell’immagine del disco), e la soluzione di crittografia che serve sia per proteggere l’accesso all’hard disk, sia per creare una cartella in cui salvare i documenti criptati (è previsto il supporto AES 256bit).

safetydrill.png

In pratica da un’unica consolle si possono gestire le funzioni che giustificano l’acquisto di un disco fisso. Non tutti i software del Manager offrono la possibilità di una configurazione granulare, ma ci sembra che questo vada a vantaggio di una certa semplicità di gestione. Per il backup dei file, per esempio, è possibile impostare il salvataggio programmato secondo diversi giorni della settimana, ma sempre alla stessa ora.

Nel caso si utilizzi OneTouch 4 Plus per preparare l’immagine del disco fisso è importante testare prima il buon funzionamento della configurazione utilizzando il CD software in dotazione e ricordarsi di non salvare per nessun motivo l’immagine nella cartella riservata ai file crittografati.

Maxtor OneTouch 4 Plus funziona sia con Windows, sia con i sistemi MacOS X e costa 129 euro (IVA inclusa).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore