McAfee 2010, gli utenti chiedono velocità e semplicità d’uso per difendersi dal malware

firewallSicurezza

Le nuove edizioni (primo trimestre 2010) dei prodotti McAfee presentano un’interfaccia rinnovata all’insegna dell’intuitività e il software sempre aggiornato a partire dalla prima installazione per dodici mesi di protezione

Ai dati Symantec che si affida ai Dennis Lab per segnalare l’efficacia del proprio software di protezione (99% dei threats bloccati contro l’86% di McAfee) McAfee, a distanza di appena un giorno, per la presentazione dei propri aggiornamenti prodotto risponde con i dati di rilevamento malware

AV-Test.org pubblicati sulla rivista ComputerBild (a metà del 2009) da cui emerge come il 99,9% del malware sia rilevato dal proprio software contro il 99,4% dei riscontri per Norton.

Nella sostanza resta che il mercato delle soluzioni per la sicurezza consumer non conosce crisi. Il mercato ha percepito l’importanza di un software di protezione, ancor più ora, considerato che i nuovi attacchi sfruttano il Web 2.0 e che oggetto degli attacchi – come spiega Marc Vos, Senior Product Marketing Manager, – non è più tanto Microsoft, ma sono Facebook, Adobe, Twitter. Il mezzo principe resta la posta elettronica, ora con sofisticate e rinnovate tecniche di phishing e pharming. Non ci si possono permettere tempi di latenza tra quello che si fa e la verifica della sicurezza delle proprie azioni e McAfee offre la tecnologia Active Protection e di protezione per i file scaricati dal Web, quest’ultima in grado di confrontare un file in download con una Blacklist in the cloud basata sulle esperienze di milioni di utenti, per il rilascio del nulla osta e quindi l’installazione effettiva.

schermatamcafee.jpg

Ecco la nuova interfaccia semplificata, task per task, dei prodotti McAfee 2010. Resta comune alle finestre la banda che segnala lo stato di sicurezza del Pc

Per i nuovi prodotti McAfee ha lavorato anche per un minor impegno delle risorse di memoria e di sistema e, soprattutto, sull’interfaccia che ora è forse meno originale e ‘tecnica’ che in passato, ma effettivamente più intuitiva e ordinata con sempre in primo piano il livello di protezione del Pc, per ogni sistema di protezione (firewall, antivirus, anti-spam…) e a seguire vere e proprie schede a espansione, in modo da tenere sotto occhio tutti i parametri, ma accedere a ognuno di essi all’occorrenza senza perdere di vista gli altri, un po’ come quando si naviga. Abbiamo apprezzato il nuovo design anche per le finestre che si adattano agli schermi più piccoli (netbook) senza costringere chi usa il Pc a strane manovre per rendere di nuovo visibili i pulsanti di controllo.

La scelta di offrire una soluzione di backup in the cloud è simile a quella di Symantec; anche McAfee offre l’opzione a 2Gbyte gratuita, e invece di una soluzione per 25 Gbyte, c’è l’opzione dello spazio illimitato, ma a pagamento. Non sono al momento previste in tempi brevi soluzioni di controllo remoto, ma l’azienda di Santa Clara non le esclude, così come una versione dei software per i sistemi Apple.

McAfee Total Protection è il prodotto più completo (con SiteAdvisor Plus, e Anti-Theft File Protection), costa 79,95 euro per tre licenze che durano ognuna 12 mesi, indipendentemente dall’attivazione della prima. Nel Cd incluso nella confezione non c’è propriamente il software di protezione, ma quello per scaricare la versione più aggiornata dal sito Web. In questo modo si ha subito la protezione migliore. Si risparmiano dieci euro (69,95 euro) scegliendo McAfee Internet Security e altri dieci euro accontentandosi di McAfee Antivirus Plus (59,95 euro).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore