McAfee 2017, nuovo motore di protezione, Real Protect, e l’approccio multidispositivo

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Le nuove soluzioni McAfee per la protezione dei device sfruttano ora un nuovo motore e Real Protect per il rilevamento del malware zero-day, abbracciano più dispositivi, e anche sui Mac arriva il rilevamento delle finezioni cloud-based. True Key per la gestione di password e identità è compreso dalla versione Internet Security

La linea di prodotti per la protezione del proprio ambiente digitale di Intel Security è pronta già per le sfide del 2017 e arriva sul mercato rigorosamente sotto l’egida dello scudetto rosso di McAfee. Soprattutto nella nuova proposta risulta evidente l’approccio volto ad abbracciare tutti i dispositivi della vita digitale, anche considerato, anzi, proprio considerato, il fatto che il pc rappresenta sempre di meno il device ‘obbligato’ attraverso cui si accede alle informazioni.

Per questo l’approccio multidispositivo di McAfee interessa praticamente tutte le piattaforme mobile, compreso iOs con Apple Watch. Ora l’efficacia della protezione passa attraverso la possibilità di scansione in tempo reale gestita dal cloud, oltre che ovviamente dalla verifica delle firme digitali; ultimo – ma non per questo meno importante – McAfee ha lavorato per proporre agli utenti un sistema di installazione ancora più veloce sul pc, e facile da estendere agli altri dispositivi.

I numeri del cybercrime…

Le cifre del Cybercrime
Le cifre del Cybercrime

Lo scenario, snocciolato in cifre, vede emergere 305 nuove minacce ogni minuti, con la crescita dei Ransomware del 120 percento (dal primo trimestre del 2015), per MacOs si è registrato un incremento del 533 percento sempre dal primo quarter del 2015 e aumentano anche le infezioni mobile del 137 percento. La Global Threat Intelligence di McAfee è arrivata a far registrare quasi 50 miliardi di interrogazioni al giorno, delle quali 1,8 milioni riguardano tentativi di installazione di programmi dannosi, mentre sono quasi 6 milioni i file infetti con cui i clienti McAfee sono entrati in contatto, e 4,3 milioni i tentativi di dirottarli su Url pericolose. Ed è notizia di poche ore fa la presenza su Google Play di circa 400 app dannose.

…la risposta di McAfee

La risposta di McAfee si declina su una proposta di cinque box: Antivirus, Antivirus Plus, Internet Security, Total Protection e LiveSafe, declinati senza lesinare novità importanti: si va dal sistema per la gestione di identità e password True Key, al rilevamento delle minacce zero-day automatico tramite Real Protect, abbiamo già citato l’approccio multidispositivo, e ovviamente continua ad avere parte importante della strategia l’offerta di sicurezza come un servizio, grazie anche a un sistema di licensing che invoglia all’utilizzo multipiattaforma della protezione McAfee.

La lineup McAfee 2017
La lineup McAfee 2017

I nuovi prodotti sfruttano tutti un nuovo motore che si avvantaggia delle caratteristiche di Real Protect che si basa sul comportamento del malware per determinare l’azione successiva di protezione. Il primo step di protezione resta il rilevamento basato sulle firme, così come resta prezioso il lavoro di GTI, ma Real Protect è una tecnologia che trasforma il pc in un sistema di rilevamento del malware zero-day, in forma automatizzata, pronto a sfruttare le risorse in cloud di McAfee per ricevere quasi in tempo reale (da una decina di secondi, fino a un minuto), la risposta di smascheramento per esempio di un malware zero-day, grazie alle tecnologie di apprendimento euristico basato su cloud.

Per esempio nel caso di un Ransomware questo sistema, rilevato il comportamento dannoso in atto, non è in grado di ripristinare il pc dell’utente al momento prima dell’infezione, ma può bloccare gli eventi nocivi in corso. Lo spiega bene l’infografica che inseriamo qui di seguito: un file sospetto arriva sul vostro pc, è un file sconosciuto e il programma di scansione tramite firme, così come GTI, non offrono maggiori informazioni, si avvia la valutazione di Real Protect che ne studia il comportamento (ovviamente il pc deve essere online), il comportamento del file viene inviato a McAfee, a questo punto viene confrontato con la banca dati GTI per la registrazione e la caratterizzazione del comportamento, e i risultati del confronto vengono inviati al computer per attivare l’arresto della sua azione.

Come funziona McAfee Real Protect
Come funziona McAfee Real Protect

I benefici della nuova proposta McAfee si dovrebbero fare sentire in fase di installazione, ma anche poi di lancio e chiusura dell’applicazione, con un risparmio di quasi il 95 percento sui tempi di scansioni Full successive alla prima e un utilizzo di circa il 45 percento inferiore della Cpu. La nuova versione inoltre porta anche su Mac il sistema di rilevamento dei virus basato sulle risorse in cloud.
Per quanto riguarda True Key, il sistema di gestione di password e identità per il quale Intel Security ha in programma una roadmap di sviluppo ulteriore, prevede invece già ora la possibilità di reimpostare la master password, tramite un sistema di verifica multifattore, con la possibilità di recuperare il proprio archivio password, a patto che si abbia almeno una versione di True Key installata su un dispositivo. La protezione estesa ai dispositivi iOS prevede ora per gli Apple Watch la possibilità di monitoring delle risorse (batteria) e la localizzazione efficace dello smartphone quando si allontana dallo smartwatch di Apple.

Qui di seguito riportiamo le infografiche con le caratteristiche dei prodotti e i prezzi. La versione più completa che include la protezione completa per PC, Mac, dispositivo mobile, e True Key per cinque utenti costa 89,95 euro. Permette l’utilizzo su un numero di dispositivi illimitato, nei limiti della ragionevolezza, a cinque utenti diversi quindi con la possibilità di gestire password e identità di cinque account.

mcafee-i-prodotti-e-i-prezzi

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore