McAfee avverte, le celebrità nel Web sono vettore di infezioni

CyberwarMarketingSicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Cercare e scaricare video di personaggi famosi espone a rischi evidenti, eppure tanti sono ancora oggi gli utenti imprudenti. La particolare classifica dei McAfee Lab sul malware veicolato sfruttando i nomi delle celebrities. Al top Lily Collins

Questa volta il primato spetta a Lily Collins star di Shadowhunters – Città di ossa (The Mortal Instruments: City of Bones) e di Biancaneve (Mirror Mirror), che scalza Emma Watson nella speciale classifica di donna ‘più pericolosa’ del Web. Non parliamo certo dei pericoli legati al fascino, quanto piuttosto della speciale classifica di McAfee che oramai da sette anni analizza i risultati delle ricerche degli utenti sul Web, con lo studio McAfee Most Dangerous Celebrities che evidenzia come, tra i personaggi più popolari, siano le donne famose uno dei tramiti preferiti tra i personaggi celebri, per veicolare il malware. Nove posti su dieci sono loro. E dopo Lily Collins, Avril Lavigne si piazza al secondo posto e Sandra Bullock al terzo. l’uomo più pericoloso sarebbe Jon Hamm (ottavo posto).

Perché questo? Perché chi scrive malware sfrutta i titoli dei nuovi film, le mode, per attirare le persone verso siti creati ad hoc per fungere da esche e poi per sottrarre i dati. Basta cercare un video in cui compare l’attrice preferita e il gioco è presto fatto. Spiega Paula Greve, direttore della ricerca sulla sicurezza Web in McAfee: “Oggi i consumatori sono perlopiù ignari dei rischi cui si espongono effettuando la ricerca online sui propri beniamini, in particolare ricercando notizie, immagini e video, sacrificando la sicurezza per il desiderio di novità o gossip”.

 

Lily Collins al top nell'Hit Parade delle celebrities più sfruttate per veicolare malware
Lily Collins al top nell’Hit Parade delle celebrities più sfruttate per veicolare malware

E in effetti basta far riferimento alle capacità intuitive dei ragazzi nell’utilizzo dei nuovi media, ma allo stesso tempo alla totale loro ignoranza su come funzionano i meccanismi del Web e della Rete, per comprendere quanto sia facile per i “criminali informatici sfruttare la curiosità delle persone per le ultime notizie, per condurli a siti non sicuri che possono infettare gravemente i loro computer e dispositivi e rubare dati personali”.

Anche di Lily Collins infatti si cercano stringhe come, per esempio, ‘download gratuiti’, oppure ‘Lily Collins immagini nudo’, nulla di nuovo sotto il cielo anche rispetto a 10/20 anni fa. Ma chi digita oggi Lily Collins deve anche sapere che nel 14,5 percento dei casi finirtà su un sito infetto.

Nel mondo della musica 17 sono le personalità più pericolose all’interno della top 50. Avril Lavigne è al secondo posto, Katy Perry al sesto, Britney Spears al settimo.

Nel Bel Paese spetta a Sara Tommasi la percentuale di pericolo più allarmante, seconda è la neo mamma Michelle Hunziker, seguita da Belen Rodriguez.

I consigli di McAfee: scaricare streaming solo da siti ufficiali dei content provider, verificare la pericolosità dei link anche considerati più autorevoli, prima di visitarli o accertarsi di visistare proprio il sito cercato. Non scaricare niente da siti meno che ben conosciuti, tantomeno dopo aver compilato qualsiasi form di registrazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore