McAfee Personal Firewall Plus 6.0

Management

È disponibile sugli scaffali la nuova versione di un sistema semplice ed efficace per tutelare la sicurezza di chi naviga in Internet in ambito domestico

Quante volte, navigando in Rete, vi sarà capitato di notare un rallentamento del Pc. Può darsi si tratti solo di un problema di lentezza del sistema operativo ma non è comunque da escludere la possibilità che qualcuno “sia venuto a trovarvi”. Il meccanismo con cui molti hacker usano introdursi nei Pc è attraverso i cosiddetti cavalli di troia; programmi che sfruttano le porte NetBios per immettersi nei computer, frugare tra i file, oppure addirittura cancellare il contenuto dell’intero hard disk. Il compito di McAfee Personal Firewall è di proteggere il computer da qualsiasi tipo di intrusione. Questo significa non solamente vigilare sul traffico di rete che passa attraverso il nostro Pc, ma anche tenere sotto controllo il comportamento delle diverse applicazioni che risiedono sul computer stesso. Non occorre quindi essere degli esperti conoscitori dei problemi legati alla sicurezza per utilizzare McAfee Personal Firewall Plus 6.0. Un wizard guida l’utente attraverso le varie configurazioni del programma: dalla scelta della tipologia di connessione utilizzata (dial-up, Isdn, Adsl), all’individuazione del livello di protezione richiesto fino alla predisposizione del grado di messaggistica desiderato per quanto riguarda avvisi di sicurezza e file di log. La sua semplicità d’uso non deve però far pensare che il programma non sia personalizzabile secondo le proprie esigenze. Oltre infatti a impostare dei criteri automatici di protezione, consente di definire delle restrizioni più dettagliate per quanto riguarda porte e protocolli e mette a disposizione dell’utente la possibilità di scegliere tra cinque livelli di sicurezza (lockdown, tight, standard, trusting e open). Si consiglia comunque di partire abilitando la protezione Internet al livello più alto. Questo corrisponde a interdire tutti gli accessi esterni e invalidare qualunque trasmissione. Ogni volta che un nuovo programma cercherà di accedere alla Rete verrà bloccato dal personal firewall. A questo punto verrà richiesto all’utente come gestire la situazione: permettere la comunicazione, interdire la comunicazione oppure configurare una regola stabile per permettere al programma di accedere alla Rete senza l’autorizzazione dell’utente e solo sulle porte pertinenti. Ciò sta a significare che, nel caso del browser, questo dovrebbe avere accesso solo alla porta Http (80) e Ftp (21). Tutte le altre porte dovrebbero es-sere bloccate in quanto potrebbero essere oggetto di possibili attacchi. Un aspetto questo spesso sottovalutato all’interno della sicurezza di un sistema: un programma infatti apparentemente innocuo potrebbe creare gravi danni ad altre applicazioni o al sistema stesso. McAfee Personal Firewall tiene perciò sotto controllo i diversi software installati per impedire il verificarsi di questo evento. Fornisce quindi un efficace barriera contro tutti i diversi tipi di attacco a cui un Pc potrebbe essere sottoposto, ma quel che più conta è che questo tipo di problematiche che solitamente richiedono una buona conoscenza tecnica, possono essere affrontate e risolte da chiunque. Non solo le opzioni di configurazione sono sempre semplici da capire, ma anche le informazioni che McAfee Personal Firewall fornisce sono veramente immediate. Grazie poi a una migliorata gestione dei file di log e degli avvisi di sicurezza, gli utenti hanno a disposizione maggiori dettagli sulle applicazioni che si collegano a Internet. Anche il sistema di rilevamento intrusioni è stato notevolmente potenziato. È ora possibile non solo controllare tutti i trasferimenti di dati sospetti verso l’esterno ma anche visualizzare le connessioni in ingresso e in uscita dal computer e individuare quelle in ascolto. In questo modo gli utenti possono vedere quali sono le applicazioni aperte a un’eventuale intrusione e intervenire di conseguenza. Nel complesso la nuova versione di McAfee Personal Firewall conferma tutte le sue caratteristiche precedenti per quello che riguarda la facilità d’uso e la ricchezza di strumenti a disposizione dell’utente. Tra le novità più apprezzabili segnaliamo sicuramente la funzione di Setup Assistant per un accesso rapido a tutte le impostazioni dell’applicativo e un tool di Visual Trace ancora più potente che, oltre a identificare la fonte di un eventuale attacco (indirizzo Ip e dati relativi al proprietario di tale indirizzo), consente di tracciare una mappa grafica più precisa del percorso compiuto da un attacco ostile fino all’origine. Il firewall consente inoltre di avvertire l’utente nel caso di tentativi di connessione impropria, sia da parte di altri computer, sia da parte delle applicazioni residenti sul Pc. È in grado quindi di individuare gli attacchi portati attraverso Worm e Trojan Horse prima della loro esecuzione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore