McAfee Security proclama il "Giorno dell’Indipendenza dallo Spam".

NetworkProvider e servizi Internet

McAfee SpamKiller gli utenti risparmiano oltre 40 minuti alla settimana spesi per cancellare la posta indesiderata.

La ricerca “McAfee Americans and Spam Survey” ha evidenziato che il 49% degli americani passa oltre 40 minuti alla settimana per cancellare la posta indesiderata, mentre il 14% rivela di impiegare circa 3,5 ore alla settimana o 7,5 giorni all’anno, per liberarsi dallo spam. Facendosi promotore della lotta contro questo tormento, McAfee Security ha proclamato il 4 luglio 2002 il “Giorno dell’indipendenza dallo Spam” con l’impegno di fornire gratuitamente copie di McAfee SpamKiller, l’avanzata soluzione per il filtraggio dello spam via email, ai primi 1.776 visitatori del sito www.mcafee.com il 4 luglio. Per supportare questo impegno, il 4 luglio Office Max regalerà SpamKiller ai primi 20 visitatori dei suoi 922 punti vendita dislocati sul territorio. Inoltre, durante i mesi di luglio, agosto e settembre, gli utenti potranno avvantaggiarsi della lotta contro lo spam tramite la campagna “Spam-Free Summer” (Estate senza Spam) promossa da McAfee Security che offre un rimborso per l’intero prezzo di SpamKiller a chiunque lo acquisti insieme a McAfee VirusScan presso le principali catene negli Stati Uniti. La ricerca “McAfee Americans and Spam Survey” ha rilevato che gli utenti sprecano il loro tempo per cancellare lo spam. Infatti la cosiddetta “posta spazzatura” è stata identificata come la tecnologia N. 1 in termini di spreco di tempo (49%) con un ampio margine rispetto ad altre “seccature” tecnologiche come i sistemi di risposta automatica (24%) e connessioni Internet lente (19%). Gli intervistati passano più tempo (30,6 volte) settimanalmente a cancellare spam rispetto ad altre attività. Escludendo la pornografia, la forma più frequente di spam, la ricerca ha evidenziato che i messaggi spam più diffusi sono relativi a offerte di finanziamento (30%), opportunità di credito 27%) e prodotti per il miglioramento delle prestazioni sessuali (27%). Lo spam ha raggiunto un livello così elevato da esasperare gli utenti intervistati al punto che ritengono che per risolvere il problema siano necessari o un’ordinanza della Corte Suprema (46%) o il carcere per gli spammer (45%). La ricerca è stata realizzata nel periodo dal 6 al 16 giugno 2003 dalla società Equation Research, su un totale di 1.528 intervistati online. Il campione è stato bilanciato per fornire una stima rappresentativa e proiettabile a livello nazionale della popolazione adulta che naviga online, dai 18 anni in su. Il margine d’errore per un’analisi di questo tipo è pari a +/- 3,0% a un livello di sicurezza del 95%. McAfee SpamKiller è attualmente disponibile per PC con sistemi operativi Windows 9x, ME, 2000 e XP. McAfee SpamKiller supporta protocolli di posta POP3, MAPI e MSN Hotmail. McAfee SpamKiller è disponibile a un prezzo di 29,95 Euro IVA Inclusa. Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo: www.mcafee.com .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore