McAfee stila la classifica dei Paesi a rischio

Sicurezza

Il report ?Mapping the Mal Web? valuta che siano mezzo miliardo globalmente i
click non sicuri ogni mese; un rischio che cambia notevolmente a seconda dei
Paesi

La società specializzata nella fornitura di prodotti e servizi di sicurezza McAfee, ha rilasciato i risultati di uno studio che crea una mappa globale dei luoghi più pericolosi e più sicuri in cui navigare ed effettuare ricerche sul World Wide Web. McAfee ha analizzato e classificato 265 domini top-level (tld: top-level domains) come ad esempio il Giappone (.jp), l’Italia (.it) e quello commerciale (.com) basandosi sui test di McAfee sulla sicurezza del Web da spyware, spam, exploit e truffe. Il report, ?Mapping the Mal Web,? ha rilevato sorprendentemente enormi differenze nella sicurezza da un dominio all’altro. Questo ritratto a livello globale valuta che ogni mese, gli utenti Internet facciano oltre 550 milioni di click diretti verso siti Web pericolosi e che perfino domini relativamente sicuri come la Germania (.de) o l’Inghilterra (.uk) comprendono milioni di click rischiosi.

Alcuni fra i principali risultati dello studio indicano che:

L’incidenza di siti rossi e gialli varia notevolmente nei vari domini top-level, spaziando da un basso 0.1% della Finlandia (.fi) fino all’elevato 10.1% per la piccola isola di Tokelau (.tk). In generale, il 4.1% dei siti valutati da SiteAdvisor sono classificati in rosso o in giallo. Alcune attività via Web, come la registrazione presso un sito o il download di un file, sono significativamente più rischiosi quando effettuate presso determinati domini. Per esempio, dare un indirizzo e-mail a un qualsiasi dominio .info risulta in uno sbalorditivo 73.2% di probabilità di ricevere spamming via e-mail. I più pericolosi dei domini di grandi nazioni sono la Romania (.ro, 5.6% di siti pericolosi) e la Russia (.ru, 4.5% di siti pericolosi). Inoltre è molto probabile che questi domini contengano exploit o che siano siti ?drive-by-download?. .info è il dominio generico più pericoloso, con il 7.5% dei siti che comprende classificati come pericolosi. .com è il secondo dominio generico maggiormente pericoloso, con il 5.5% dei siti classificati come pericolosi. Tre dei cinque domini di nazioni meno pericolosi sono nei paesi scandinavi ? Finlandia (0.10%), Norvegia (.no, 0.16%) e Svezia (.se, 0.21%). Islanda (.is, 0.19%) e Ireland (.ie, 0.11%) sono al di fuori dei cinque domini di paesi meno pericolosi. .gov è l’unico dominio spesso testato da SiteAdvisor nel quale non sono stati riscontrati siti pericolosi. .gov è disponibile solo per gli enti governativi degli Stati Uniti. Anche se il dominio .com è solo in quinto nella classifica dei domini più pericolosi, la sua grande popolarità amplifica notevolmente l’impatto sul rischio nella ricerca e nella navigazione. L’86.6% di click su siti catalogati come rossi o gialli approda su siti .com. Anche se Paesi Bassi (.nl), Germania (.de) e Inghilterra (.uk) sono domini di paese relativamente sicuri, classificandosi rispettivamente al 31esimo, 33esimo e 51esimo tra i più pericolosi, ognuno di questi domini conta mensilmente più di due milioni di click a siti rossi e gialli. Inoltre il Giappone (.jp) è classificato al 57esimo posto tra i più rischiosi e i siti rossi e gialli con dominio.jp ricevono circa 1.6 milioni di click ogni mese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore