Mediaset vince su Yahoo!: i rischi di una sentenza

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

La sentenza del Tribunale di Milano, che dà ragione a Mediaset e torto a Yahoo!, rappresenta un pericoloso prtecedente. Per tutto il Web italiano

Una Sentenza del Tribunale di Milano ha stabilito Yahoo! responsabile di aver violato il copyright di Mediaset. Come se Yahoo! non fosse un intermediario, bensì un soggetto responsabile. La sentenze decide che è colpevole il motore di ricerca accusato di aver concesso ai propri utenti la pubblicazione di centinaia di filmati trasmessi probabilmente dalle reti Mediaset. Una sentenza pericolosa, perché va contro i principi delle direttive UE sul commercio elettronico, ipotecando il futuro stesso del Web. Negli Usa queste sentenze sarebbero impossibili in quanto i motori e i portali ricadono sotto l’ombrello del Digital millennium copyright act (Dmca).

Se, nella giurisprudenza italiana, l’intermediario diventa “attivo”, si snatura la direttiva UE sul commercio elettronico. Yahoo! è condannata a non rimuovere i video online; nel caso, dovrà pagare 250 euro per ogni video rimasto sul Web. L’entità del risarcimento verrà stabilita nella prossima udienza del 18 ottobre.

In precedenza Yahoo! Italia ha vinto il ricorso nella causa dei “link pirata“  del “Caso About Elly”. La sezione proprietà intellettuale dello stesso Tribunale di Roma dà ragione a Yahoo! Italia: “La decisione rappresenta un approccio pragmatico e razionale alla complessa problematica riguardante la tutela del diritto d’autore su Internet. Yahoo! ha sempre considerato e continuerà a considerare con estrema serietà la questione della tutela del diritto d’autore e della proprietà intellettuale e collaborerà attivamente con i proprietari dei contenuti per aiutarli a proteggere i propri diritti“, spiega una nota della società.  “Yahoo! è stata fondata sul principio che l’accesso alle informazioni possa migliorare la vita delle persone e crediamo che questa decisione costituisca un passo avanti verso la tutela della libertà di espressione su Internet, agevolando la libera circolazione dei servizi prestati dagli operatori della società dell’informazione“.

Mediaset contro Yahoo!, 1 a 0
Mediaset contro Yahoo!, 1 a 0
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore