Meerkat getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live

Mobile AppMobility
Meerkat getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live
0 3 Non ci sono commenti

Meerkat non effettuerà più live streaming in futuro, ma diventerà un social network. Il pioniere degli streaming in diretta getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live. La concorrenza agguerrita di Twitter, che acquisì Periscope, e Facebook con Live, è costata cara a Meerkat, che lanciò il primo servizio per consentire ai possessori di

Meerkat non effettuerà più live streaming in futuro, ma diventerà un social network. Il pioniere degli streaming in diretta getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live.

Meerkat getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live
Meerkat getta la spugna, battuto da Periscope e Facebook Live

La concorrenza agguerrita di Twitter, che acquisì Periscope, e Facebook con Live, è costata cara a Meerkat, che lanciò il primo servizio per consentire ai possessori di smartphone connessi in Rete di effettuare una diretta streaming video. L’app di Meerkat permetteva di condividere una trasmissione live su Twitter e Facebook. Ma al debutto Meerkat limitava la condivisione solo ai follower di Twitter. Tutto è andato bene, finché Twitter non ha acquisito Periscope, lanciando le sue dirette in streaming, e Facebook non ha lanciato Live. A metà 2015, il servizio vantava circa 200mila utenti attivi di cui 60mila solo nei primi otto giorni dal rilasco, ma poi Twitter – mentre aspettava il lancio di Periscope – arrivò ad impedire a Meerkat di spedire una notifica automatica ai follower per annunciare l’inizio di una trasmissione. Periscope, che contava un milione di utenti a dieci giorni dal lancio, a dicembre vantava 10 milioni di utenti che guardano l’equivalente di 40 anni di video al giorno.

Ben Rubin, numero uno di Meerkat, ha inviato una e-mail inviata agli investitori, in cui ha confermato le difficoltà: l’app per ora continuerà a funzionare, ma il team di sviluppo lavora da mesi per introdurre diverse novità. “Il settore dei ‘mobile broadcast video’ non è esploso così velocemente come avevamo sperato” ha sottottolineato Rubin: “I vantaggi di distribuzione di Twitter/Periscope e di Facebook Live hanno attirato più nuovi utenti verso di loro“.

I video visti su Facebook sono raddoppiati a quota 8 miliardi, ma la nuova frontiera è il live streaming.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore