Memorie, accordo a tre fra Stm, Intel e Francisco Partners

Aziende

L’intesa si focalizza sulla creazione di una società indipendente di
semiconduttori che avrà come asset chiave le attività nelle memorie

Stm, Intel e Francisco Partners siglano un accordo nel mercato delle memorie Flash, dedicate a dispositivi hi-tech quali telefoni cellulari, lettori mp3, fotocamere digitali, compute r eccetera. L’intesa porta alla realizzazione di una società indipendente di semiconduttori che avrà come asset chiave le attività nelle memorie (un mercato da 3,6 miliardi di dollari nel 2006). L’Ad di St Microelectronics, Carlo Bozotti, verrà nominato presidente non esecutivo della nuova società. STMicroelectronic s venderà alla nuova azienda i suoi asset di memorie flash, inclusa la joint venture sulle NAND e NOR. Intel invece venderà i suoi asset e risorse Nor. In cambio Intel riceverà il 45.1 percento del capitale azionario e 432 milioni di dollari cash. STMicroelectronics riceverà il 48.6 percento del capitale azionario e 468 milioni di dollari cash. Francisco Partners investirà 150 milioni di dollari.

La nuova società, guidata da Brian Harrison in qualità di CEO-Designate e Mario Licciardello, attualmente Corporate Vice President del Flash Memories Group di ST, in qualità di COO-Designate, avrà sede in Svizzera e sarà registrata nei Paesi Bassi con nove sedi principali per le attività di ricerca e produzione in diversi Paesi del mondo e circa 8.000 dipendenti. L’azienda potrà inoltre contare su una forza vendita a livello globale. Con asset e risorse di Intel e STMicroelectronics, tra cui un portafoglio di circa 2.500 brevetti e 1.000 brevetti in corso di registrazione, la nuova azienda sarà in grado di trarre vantaggio dalla crescente domanda di prodotti di memoria derivante dalla mole di informazioni in continua crescita e dai contenuti che stanno diventando sempre più mobili e sono ormai basati quasi interamente sulla tecnologia digitale. L’integrazione dei programmi paralleli di STMicroelectronics e Intel nel campo della memoria ?phase-change?, una competenza tecnologica strategica, contribuirà a portare i vantaggi della tecnologia di memoria flash evoluta ai clienti potenziali in modo più rapido ed efficiente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore