Mercato chip, Intel guadagna terreno nel 2008

Workspace

Secondo iSuppli, grazie allo slittamento di Amd Barcelona, Intel ha recuperato posizioni contro la rivale. Il chip Atom per i mini notebook è l’asso nella manica di Intel. Invece Amd punta su Puma per la riscossa

Dopo un 2006 da dimenticare, nel 2007 Intel ha voltato pagine e nel 2008 ha recuperato terreno contro gli avversari.

Secondo iSuppli, Amd potrebbe recuperare la falsa partenza, riprendendo quota a fine anno: Puma per i notebook potrebbe trarre vantaggio su Intel Montevina, in ritardo.

Ma vediamo i numeri: Intel ha implementato il suo market share dal 78.5% del quarto trimestre 2007 al 79.7% di oggi.

Nello stesso periodo Amd è calata dal 14.1% al 13% nel primo trimestre 2008.

Ma, secondo iSuppli, il peggio è passato per Amd: nel primo trimestre ha guadagnato il 2.2%, mentre Intel è scivolata dello 0,7%.

Intel ha saputo mettere all’angolo Amd, prima scatenando una guerra dei prezzi, poi approfittando dello slittamento del quad core Barcelona di Amd, infine ha allungato il passo nei 45 nanometri e nei chip per mini notebook. Nel 2008 Intel ha infatti sfoderato il jolly: il chip Atom, il piccolo processore per i netbook, i mini notebook dal basso costo che stanno trainando il segmento portatile del mercato Pc.

Amd, dal canto suo, sta scatenando Puma per la rivincita (o il pareggio) in ambito laptop contro Intel Centrino. E sui mini notebook, Amd sta già studiando il da farsi .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore