Mercury è di HP

CloudServer

L’operazione, dal valore di 4,5 miliardi di dollari, amplia l’offerta sofware
di HP nel campo del network management

Grazie all’operazione Hp sarà in grado di offrire la gamma di soluzioni software per la gestione, test e ottimizzazione più completa del settore. Ora, con l’integrazione delle soluzioni delle due aziende i clienti Hp potranno abbattere sensibilmente i costi It e velocizzare lo sviluppo di nuovi prodotti. La transazione permetterà infatti di coniugare la robustezza dei sistemi OpenView e il software di gestione dei servizi It di Hp, con la forza delle soluzioni Mercury nella gestione delle applicazioni, delle architetture service-oriented e nello sviluppo. Questa combinazione fornirà ai clienti una delle suite più robuste del mercato per l’ottimizzazione, l’automatizzazione e l’allineamento dei servizi It con le necessità aziendali. Si prevede che l’acquisizione di Mercury incrementerà i guadagni annuali di Hp nel settore software di almeno 2 miliardi.

Immediatamente dopo la conclusione delle operazioni di acquisizione Mercury diventerà parte del settore software di Hp e le rispettive forze commerciali inizieranno a proporre congiuntamente le soluzioni di entrambe le società. L’acquisizione sarà condotta attraverso un’offerta per tutte le azioni circolanti di Mercury, seguita dall’incorporamento effettivo della società come filiale di Hp. Ovviamente l’offerta è soggetta a una serie di condizioni che, se rispettate dovrebbero portare alla conclusione definitiva dell’operazione entro il quarto trimestre di quest’anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore