Metà dei notebook useranno dischi flash entro il 2009

LaptopMobility

Il passaggio alle memorie flash sarà aiutato dalla vertiginosa caduta dei
prezzi delle memorie Nand

UNA ANALISI di iSuppli predice che nel quarto trimestre del 2009 oltre metà dei notebook venduti useranno memoria flash al posto dell’hard disk. Mattew Wilkins, uno dei principali analisti della società, sostiene che il passaggio alle memorie flash sarà aiutato dalla vertiginosa caduta dei prezzi delle memorie NAN D. Ha detto che 1 GB di NAND costava circa 100 volte più di un hard disk nel 2003, ma nel 2009 il gap tra i prezzi sarà non superiore alle 14 volte. Ma non è solo il prezzo che porterà la gente a usare questo tipo di drive. L’uso della memoria offre migliori prestazioni rispetto alle soluzioni con parti in movimento grazie alle maggiori prestazioni in lettura. Saranno anche più robusti in caso di caduta e più e si affidabili dei vecchi hard disk. I tre tipi attuali di memoria flash, il “Robson“di Intel, gli HDD ibridi e i drive allo stato solido, battono tutti in prestazioni gli hard disk convenzionali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore