Microsoft all’assalto della Botnet Waledac

CyberwarSicurezza
Le linee guida del Garante privacy contro lo Spam

Il network è responsabile di maxi diffusione di spamming e posta spazzatura

Un giudice Usa ha detto sì all’operazione di Microsoft contro una pericolosa Botnet, responsabile della diffusione di spam e imparentata con il worm Conficker: 277 domini Internet, sfruttati come “command and control” della botnet

Waledac, sono stati decapitati.

Una botnet è una rete o network di computer infetti sotto il controllo di cracker o cyber-crimine.

La botnet era accusata di sparare 1,5 miliardi di messaggi di spam al giorno. Una valanga di junk e-mail o posta spazzatura.

L’operazione ha messo insieme l’intelligence di Shadowserver, l’Università di Washington, Symantec, Microsoft (che ha chiesto ai tribunali il permesso a Verisign di tagliare la testa ai domini .com colpevoli dello spamming).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore