Microsoft annuncia la disponibilità di Virtual PC 2004

Management

La soluzione, basata sulla tecnologia Connectix, che permette una
migrazione più efficace e sicura delle applicazioni legacy su Windows XP

Microsoft Virtual PC 2004 consente di utilizzare più sistemi operativi su un unico PC, permettendo l’esecuzione di applicazioni legacy fintanto che le stesse non vengono migrate a Windows XP Professional. Microsoft Virtual PC 2004 è stato sviluppato sulla tecnologia di virtualizzazione acquisita da Microsoft, nel febbraio del 2003, da Connectix, un’azienda all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie di Virtual Machine sin dal 1988. Dopo l’acquisizione da Connectix, Microsoft ha sviluppato una nuova architettura per Virtual PC e condotto test rigorosi al fine di garantire i massimi standard di sicurezza e di affidabilità del prodotto. Microsoft Virtual PC 2004 offre anche il vantaggio di una rapida configurazione, aumentando la produttività del personale tecnico preposto al supporto e all’help desk e consentendo agli operatori del call center di passare con facilità da un sistema operativo all’altro, senza effettuare le operazioni di login e logout tra una chiamata e l’altra. Microsoft Virtual PC 2004 consente a coloro che tengono corsi di aggiornamento e formazione di configurare rapidamente degli ambienti personalizzati e utilizzare più sistemi operativi su un unico PC, con un consistente risparmio di tempo e costi. Microsoft Virtual PC 2004 è progettato inoltre per accelerare le operazioni di test poiché consente agli sviluppatori di collaudare ed effettuare il debug del software per più piattaforme, in modo tempestivo ed economico, utilizzando un unico PC. Ciò migliora sia la qualità del software che i tempi di introduzione dei prodotti sul mercato. Le nuove funzioni di Microsoft Virtual PC 2004 comprendono il supporto fino a quattro schede di rete per ogni Virtual Machine, attraverso l’interfaccia grafica; la configurazione basata su file XML (Extensible Markup Language) delle Virtual Machine per facilitare la copia di una Virtual Machine su un altro computer; e il supporto fino a 4 GB di memoria. Una maggiore quantità di memoria rende possibile l’esecuzione simultanea di più sistemi operativi con migliori prestazioni. Tra le principali funzioni, già presenti nel precedente prodotto Connectix, ci sono: Virtual Machine Additions, che offre un livello elevato di integrazione tra il sistema operativo host e il guest, tra cui il mouse integrato, la sincronizzazione dell’ora, il copia-e-incolla, il trascinamento delle selezioni e la condivisione delle cartelle; Undo Disks, che consente di eliminare qualunque modifica apportata al disco fisso virtuale durante una sessione di lavoro; Differencing Disks, che consente a più utenti e a più Virtual Machine di utilizzare contemporaneamente uno stesso disco fisso virtuale di livello superiore. Microsoft Virtual PC esegue inoltre la maggior parte dei sistemi operativi x86 nell’ambiente virtuale senza alcuna necessità di driver personalizzati. Questa compatibilità mette gli utenti in condizione di migrare le applicazioni legacy e di consolidare i desktop con sensibili risparmi economici. Microsoft Virtual PC 2004 è disponibile a un prezzo stimato al dettaglio di 144 IVA esclusa. Il prodotto sarà disponibile attraverso i tradizionali canali di vendita al dettaglio e attraverso i programmi di volume licensing di Microsoft. Sarà inoltre incluso negli abbonamenti MSDN di Microsoft, mentre saranno disponibili degli sconti sui volumi attraverso i programmi di volume licensing Open, Select ed Enterprise Agreement.. Microsoft prevede inoltre un aggiornamento gratuito agli attuali clienti di Connectix Virtual PC.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore