Microsoft apre alla Ue: i browser rivali su Windows 7

Sistemi OperativiWorkspace

Pace Antitrust tra Microsoft e Unione Europea: Windows 7, in Europa, permetterà agli utenti di scegliere i browser concorrenti a Internet Explorer, invece di un sistema operativo senza browser. Nuove aperture sull’interoperabilità

Microsoft è riuscita ancora a spiazzare tutti e apre Windows 7 in Europa ai browser rivali. Dimostrando che la nuova Microsoft ha veramente abbandonato la difensiva, e sta tornando all’attacco: a 360 gradi, senza aver paura di nessuno, né di Mozilla Firefox né di Apple Safari o Opera o Google Chrome.

La scelta libera degli utenti – usare il browser preferito, e non dover subire Internet Explorer (IE) 8 di default – era uno dei punti fermi della crociata Antitrust di Opera, poi sposata dalla Ue. Alla Ue Windows 7E senza browser sembrava, in fondo, una “ripicca”, un dispetto, che non metteva la parola fine all’ultimo braccio di ferro Antitrust tra Ue e Microsoft.

A poche ore dal rilascio di Windows 7 in Rtm (il sistema operativo del riscatto di Microsoft, dopo un anno difficile , uscirà per tutti il 22 ottobre), la decisione di aprire Seven ai browser rivali, combinando Windows 7 con il ” ballot screen ” Ue, sembra a tutti l’idea migliore, anche per evitare a Microsoft una nuova maxi-multa e vrelativa ia crucis Antitrust.

Ora si aspettano le decisioni ufficiali, anche perché, come spiega Mary JoFoley su ZdNet , il patteggiamento tra Microsoft e Ue vede anche nuove aperture sull’i nteroperabilità all’orizzonte: e qui, non si parla di browser, bensì di migliorare Windows e Windows Server, Office, Exchange e SharePoint (insomma, il core business di Microsoft)con i prodotti concorrenti. La svolta che la Ue cerca da anni, dal marzo 2004.

Dì la tua in Vista dall’alto: Windows 7 e la scelta del browser

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore