Microsoft apre Build conference 2015 nell’anno di Windows 10

Sistemi OperativiWorkspace
Microsoft apre Build conference 2015 nell’anno di Windows 10
4 0 Non ci sono commenti

Il Ceo Satya Nadella ha spiegato che Windows 10 è dedicato a un’era di un computing più personale. Le apps Android e iOS gireranno su Windows 10. Nel keynote di Build 2015 sono protagonisti Azure, Windows Store for business, Visual Studio Code e gli sviluppatori di apps

Nell’anno del 40esimo compleanno dell’azienda e di Windows 10, Microsoft ha inaugurato la Build conference 2015 dedicata agli sviluppatori di apps, VR, “mixed reality” e studenti. Ma piatto forte della Build 2015 non è solo Windows 10 – la piattaforma per smartphone, tablet, desktop, notebook eccetera -, ma anche Office 365 / Azure cloud e gli occhiali per la realtà aumentata HoloLens.

Il Ceo di Microsoft Satya Nadella apre Build conference 2015
Il Ceo di Microsoft Satya Nadella apre Build conference 2015

Nel keynote, si parla di apps e piattaforme cloud per gestire infrastrutture a partire dai data center. Il Ceo Satya Nadella ha spiegato che “Windows 10 rappresenta una nuova generazione di Windows costruito per un’era per un computing più personale, che spazia dal Raspberry Pi al computer olografico“.

Punto di forza di Windows 10 saranno le apps universali. Gli sviluppatori per piattaforme iOS e Android saranno in grado di portare le loro apps e i giochi direttamente su Windows universal apps, e Microsoft consentirà ciò con due nuovi software development kit.

Sul fronte Android, Microsoft consente ai developer di usare il codice Java e C++ su Windows 10, mentre agli sviluppatori iOS sarà concesso trarre vantaggio dal loro codice esistente Objective C. Lo ha annunciato Terry Myerson di Microsoft, visto che l’azienda punta a vendere un miliardo di dispositivi con Windows 10 nel giro di 2-3 anni dal rilascio. L’idea è semplice: ottenere apps per Windows 10 senza il bisogno di ricostruire ogni applicazione da zero per Windows.

Scott Guthrie, VP della divisione Cloud and Enterprise, ha annunciato che Azure ora gestisce più di un milione di server e sfida il cloud di Google e Amazon. Forte di 500 nuove  funzionalità, ora Azure conta 90.000 nuovi abbonati al mese. Il sistema storage di Azure archivia 50 trilioni di oggetti. Oltre il 40% dei ricavi derivanti da Azure derivano dalle startup. Microsoft sta lavorando più vicino alla comunità open source, e si tratta di una dei cambiamenti più significativi di Microsoft nel corso dell’ultimo anno.

Microsoft apre Build conference 2015 nell’anno di Windows 10
Microsoft apre Build conference 2015 nell’anno di Windows 10

Microsoft sta combinando Azure Websites, Mobile Services e BizTalk Services in un nuovo bundle per sviluppatori, per costruire nuove apps multipiattaforma.

Microsoft ha spiegato le applicazioni “logic“, mentre data più analytics danno luogo alle intelligent apps. Visual Studio Code – disponibile da oggi – adesso supporta Mac, PC, Linux, dozzine di linguaggi: è un code editor multi piattaforma. Il braccialetto per il fitness Microsoft Band avverte con una notifica che la stampa 3D è pronta.

Microsoft ha rivelato che gli add-ons per Office16 saranno disponibili su tutti i dispositivi. Outlook funziona con gli “add-ins” di Salesforce e LinkedIn.

Se le stime di Google Play e KitKat parlano di 500 milioni di dispositivi, l’obiettivo di Windows 10 è ambizioso: un miliardo di device. Se con Apple dovede scegliere se investire in iOS o OS X; con Google, la scelta è fra Android o Chrome OS, gli sviluppatori ormai sanno che Windows è l’unica piattaforma, che spazia su ogni device. I developer possono integrare Cortana nelle proprie apps, integrare Xbox Live nelle apps eccetera. Le universal app si ridimensionano a seconda dello schermo su cui appaiono.

Arriva Windows Store for business, personalizzabile per aziende e scuole: sono supportati i metodi di pagamento business. Microsoft introduce un carrier billing per consentire anche a chi non ha la carta di credito, di acquistare apps.

L’applicazione universale di UsaToday prevede che lo stato venga condiviso: se leggete un articolo su PC, si aapre in automatico sullo smartphone, se lanciate l’app. L’app di messaggistica di WeChat, molto popolare in Asia, che gira su smartphone e Pc con Windows 10. Anche King lancia Candy Crush Saga su Windows Phone.

Windows Phones includerà un sottosistema Android: le apps Android gireranno su Windows 10.

All’inizio il processo è analogo all’offerta di Amazon: se gli sviluppatori Google API, le sostituiscono con quelle di Microsoft. Gli sviluppatori possono poi utilizzare la leva di Cortana, Xbox Live, Holograms, Live Tiles eccetera.

Supportare i developer di Android e iOS, consente a Microsoft di catturare chiunque stia sviluppando per le piattaforme mobili. Oltre agli Sdk per  iOS e Android, Microsoft ha svelato altre modalità per i siti web e le apps per Windows desktop per trasformarsi in apps universali per Windows, sfruttando notifiche e acquisti in-app. Dal sito Web all’app, il passo è rapido, anche se non è la migliore alternativa alle app native: è un metodo efficace per siti molto semplici. Chi ha un sito può creare un’app senza conoscere linguaggi sofisticati.

Ci sono 16 milioni di applicazioni .NET e Win32 utilizzate ogni mese. Gli sviluppatori possono portare le apps desktop esistenti in Windows Store. È inoltre possibile riutilizzare il codice Java e C++ da uno smartphone Android per creare apps per smartphone dotati di sistema operativo Windows 10. Microsoft sfrutta HyperV per virtualizzare le apps desktop esistenti su Windows 10.

Windows 10 abiliterà il riutilizzo del codice Web, spaziando da .NET a Win32, da Java / C++ a Objective C. Significa che porta le apps per iOS su Visual Studio e le “traduce” in apps per Windows 10.

Sul palco con il Ceo Satya Nadella, è salito anche lo sviluppatore di apps David William Hearn, musicista, che ha realizzato un ponte fra musica e programmazione: StaffPad è un’applicazione per riconoscere la scrittura a mano nelle annotazioni musicali.

Project Spartan ha un nome ufficiale: si chiama Microsoft Edge.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore