Microsoft apre catene di negozi, per sfidare Apple

AziendeE-commerceMarketing

Le cattedrali hi-tech di Apple nelle principali città del mondo fanno scuola: anche Microsoft avrà le sue catene retail urbane, dedicate allo shopping Windows. Il parere di Gartner

Windows 7 dovrebbe arrivare quest’anno (anche se Microsoft non ha ancora fornito date ufficiali del lancio), e per il debutto Microsoft vuole circondarlo di un adeguato ambiente di shopping: Microsoft aprirà catene di negozi retail.

Microsoft segue il modello Apple Store, in cui Apple ha aperto vere cattedrali hi-tech nelle principali città del mondo, per promuovere la vendita di Mac, iPod e iPhone: dal primo Apple Store del 2001, ora sono 200 in diversi paesi.

Microsoft ha nominato David Porter, ex dirigente di Wal-mart e di DreamWorks, nel ruolo di corporate vice president dei retail store. Porter dovrà riportare al COO Kevin Turner, anche lui ex di Wal-Mart.

L’esperimento dei negozi Microsoft inizierà in piccolo da poche location.

Non si tratta della prima volta nel retail per Microsoft: l’outlet Metreon mall chiuse nel 2001. Microsoft ha già lanciato la vendita diretta online , e vuole migliorare l’esperienza di vendita dei prodotti Microsoft.

Secondo Gartner, si tratta di un modello rischioso: una strategia a due facce della stessa medaglia. E’ vero che Microsoft potrà creare una vetrina per il sistema operativo Windows 7, Windows Mobile e i servizi Windows Live. Microsoft, però, potrebbe incorrere nella “vendetta” dei retailer tradizionali.

La soluzione? In stile Sony: secondo il Financial Times , Microsoft potrebbe inseguire il modello Sony piuttosto che quello Apple. Creare vetrine a scopo dimostrativo e promozionale, invogliare all’acquisto, tutt’al più vendere solo software; ma i prodotti, lasciarli vendere ai canali classici.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore