Microsoft apre le nuvole di Windows Azure al business

Aziende

Windows Azure porta il cloud computing sul mercato: da oggi si paga il servizio cloud all’ora. Anche il database hosted SQL Azure è pronto all’uso. Prezzi e disponibilità

Il cloud computing di Microsoft è ufficialmente aperto. Windows Azure apre le porte del cloud computing al business. Dopo tre anni di test e mostrato per la prima volta alla PDC del 2008, da oggi primo febbraio Microsoft mette il suo servizio cloud a pagamento, secondo la formula a consumo (pay-as-you-go).

Con Azure, Microsoft vuole recreare il suo ecosistema Windows nella forma di utility. Da oggi sviluppatori e clienti possono sviluppare e sfruttare il sistema operativo Windows Azure e far uso dell’hosted database SQL Azure. Nei prossimi mesi, Microsoft renderà disponibile agli sviluppatori Azure AppFabric Web-service utilties. E a 2010 inoltrato, Microsoft ha fatto slitttare il rilascio per developer e clienti i complenti “private cloud” on premise.

A velocità standard, un Windows Server virtualizzato spazia da 12 centesimi a 96 centesimi all’ora, a seconda della CPU e delle risorse correlate. Lo Storage parte dai 15 centesimi per GB al mese, più un centesimo per ogni 10,000 transazioni. Microsoft SQL Server costa 9.99 dollari al mese per 1 GB di database Web.

GUARDA anche: Videointervista a Pietro Scott Jovane – Il punto su Microsoft, in equilibrio tra Windows 7 e Azure

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore