Microsoft apre le porte dei Linux Lab

Workspace

Un sito Web permetterà di condividere informazioni per aiutare i clienti a far sposare software open source con Microsoft

Dopo aver aperto le porte a Linux con il Virtual Server 2005 R2 gratuit o, Microsoft compie un nuovo passo verso la clientela che vuole integrare soluzioni proprietarie di Microsoft con software open source. Il nuovo passo consiste nell’aprire le porte dei Linux Lab, attraverso un sito Web (Port 25) che permetterà di condividere informazioni. Microsoft ha 300 server Linux a Redmond dedicati al test e all’analisi su come lavorano insieme software Linux o prodotti open source con il software di Microsoft. Lo ha svelato Bill Hilf, general manager of platform technology strategy di Microsoft, al LinuxWorld Conference and Expo di Bosto n.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore