Microsoft assolda il nemico

Aziende

Karl Aigner, l’uomo di SuSE Linux che ha gestito l’operazione di
migrazione a Linux del Comune di Monaco, ingaggiato dal gicgante del
software

Quando la città di Monaco ha deciso di adottare il sistema operativo Linux, abbandonando le soluzioni Microsoft, non tanto nell’area server, ma bensì per i propri 14.000 desktop, il nome del responsabile di questa operazione ha sicuramente destato l’interesse di Microsoft. È quindi partita la battaglia per l’ingaggio di Karl Aigner, agente di vendita di SuSE Linux che ha gestito l’operazione. La Casa di Redmond punta moltissimo sul settore pubblica e la scelta della municipalità di Monaco è sicuramente pesata molto, soprattutto perché è stata fatta, appunto, per l’area desktop nella quale il sistema operativo Linux è ritenuto ancora immaturo. Novell ha dichiarato che Aigner ha lasciato la società tedesca SuSE durante gli ultimi mesi del 2003, prima quindi che la compagnia tedesca venisse assorbita dalla stessa Novell. Lo scippo di persone ritenute importanti non è certo una novità nel mondo It, però in questo caso la notizia fa un po’ più effetto perché lo scontro tra Microsoft e il mondo del software open source ha da tempo travalicato i confini del business: alcuni top executive di Microsoft hanno bollato il software open source con l’appellativo di “cancro” e i sostenitori dell’open-source spesso trattano Microsoft più come un nemico “Morale” che non un avversario tecnologico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore