Microsoft blocca Windows Live Messenger in cinque paesi

Management

A causa di sanzioni statunitensi ed embargo, Microsoft taglia l’accesso alla messaggistica istantanea in cinque paesi sottoposti ad embargo: Cuba, Siria, Iran, Sudan e Nord Corea

Microsoft sta tagliando l’accesso al suo Windows Live Messenger, il serrvizio di messaggistica istantanea (Im o instant messaging)per gli utenti che vivono in paesi sotto embargo.

A causa di sanzioni statunitensi ed embargo, Microsoft blocca l’accesso alla messaggistica istantanea in cinque paesi.

Cuba, Siria, Iran, Sudan e Nord Corea non potranno più comunicare con la chat di Microsoft, spega ZDnet.com .

Windows Live e Hotmail sono andati in tilt: dopo i disservizi di Gmail di febbraio, anche gli utenti Microsoft hanno lamentato alcune defaillance.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore