Microsoft cede all’UE

Management

Semaforo verde dalla UE per Vista.

Ha aspettato proprio l’ultimo momento utile, prima che la Commissione Europea le affibbiasse un’altra grossa multa, ma finalmente Microsoft ha ceduto. La società di Redmond dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, aver fornito tutto il materiale documentale richiesto dall’autorità UE per verificare se il nuovo sistema operativo costituisca una minaccia per la concorrenza. La questione, che si è trascinata molto a lungo, era legata alla scarsa volontà di Microsoft di svelare i segreti dei sistemi di sicurezza di Vista, cosa che impediva alle aziende concorrenti di produrre strumenti di protezione efficaci, come antivirus e affini. Avendo ottemperato a queste richieste, Vista ha comunque superato i primi paletti posti dall’Antitrust comunitario ed è pronto al lancio anche nel Vecchio Continente. A Microsoft non resta che pagare le multe precedenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore