Microsoft cerca di evitare la maximulta giornaliera

Aziende

Il colosso di Redmond sostiene di aver adottato misure per venire incontro alle richieste Ue

Negli ultimi tempi si era surriscaldato il clima nel braccio di ferro che contrappone Microsoft e Unione europea, nel noto caso antitrust che si trascina dal marzo 2004. Ieri Microsoft ha dato un segnale distensivo: afferma di aver adottato misure per venire incontro alle richieste Ue. Microsoft cerca di evitare la maximulta quotidiana (fino a 2 miliono di euro al giorno). Microsoft aderirà alle richieste Ue, offrendo supporto tecnico illimitato, gratuito e con assistenza online alle aziende sull’interoperabilità dei server. La Commissione europea avrebbe commentato che, pur non essendo a conoscenza dei dettagli tecnici dell’offerta di Microsoft, considera questa mossa costruttiva. Forse il cielo volge finalmente al sereno in questa saga che dura ormai da due anni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore