Microsoft rimedia alla gaffe delle estensioni silenti in Firefox

ManagementMarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Le estensioni sono state installate senza permesso nel corso del Patch Day. Ecco c ome rimuovere le add-on di Firefox non volute

Il giallo degli add-on ha un lieto fine: Microsoft ha promesso che non aggiornerà più le estensioni silenti e ha chiesto scusa per l’imprevisto update. L’ultimo Patch day porta in dota una sorpresa non richiesta: un paio di estensioni per Firefox installate senza permesso nel corso update di sicurezza di giugno.

Confusi nell’aggiornamento del Patch day di giugno, arrivano: un add-on per Firefox (Search Helper Extension) e un’estensione per Internet Explorer che arrivano sui Pc di tutti coloro che hanno una versione della Toolbar di Microsoft (attiva o disattiva), senza che l’utente abbia mai voluto instalarle.

Le estensioni vengono segnalate da Firefox perché, durante l’avvio, il browser di Mozilla mstra la presenza di nuovi add-on.  L’update delle barre egli strumenti Windows Live Toolbar, MSN Toolbar e Bing Bar, è stato rilasciato nei giorni scorsi e modificava la componente chiamato “Search Helper Extension“.

La rimozione dell’estensione prevede i seguenti passaggi. Bisogna aprire Esplora risorse, entrare nella cartella C:\Programmi\Microsoft\Search Enhancement Pack\Search Helper\firefoxextension e rimuovere la sottocartella . Con il riavvio di Firefox, l’estensione dovrebbe sparire.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore