Microsoft conferma l’exploit in Seven

CyberwarSicurezza

La falla a rischio denial-of-service affligge Windows 7 e Windows Server 2008 R2

Microsoft conferma l’exploit in Windows 7, denunciato anche da ITespresso nei giorni scorsi. La falla a rischio denial-of-service affligge Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Microsoft aveva preso sul serio l’allarme e aperto un’indagine sulla presunta falla zero-day in Windows 7: Laurent Graffie era stato tra i primi a pubblicare sul suo blog la proof-of-concept del codice exploit che può mettere nel mirino Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Il bug sarebbe legato a SDL #FAIL, ma risiederebbe ancora nel software Windows Sever Message Block (SMB). Microsoft ha già rilasciato un patch per Smb2.

Microsoft ora sta indagando sulla vulnerabilità a rischio di denial-of-service (Dos) in Windows Server Message Block.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore