Microsoft contro i pirati

CyberwarSicurezza

Pioggia di denunce contro aziende accusate di usare software copiato.

Una nuova ondata di rigore contro la pirateria ha portato Microsoft a denunciare altre 23 aziende in California e in Florida nell’ambito di una campagna che ha portato la società a intraprendere più di 120 azioni legali. Microsoft calcola in oltre 7 miliardi di dollari le perdite causate dal software pirata solo negli Stati Uniti e vuole rispondere con tutti i mezzi al dilagare di questo fenomeno. Le denunce sono partite grazie all’applicazione del nuovo sistema di certificazione automatica del software originale, capace di individuare le copie contraffatte.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore