Microsoft corteggia l’open source

Workspace

All’Open Source Business Conference Microsoft ha detto di rispettare il mondo del software libero, ma i problemi sui brevetti rimangono aperti

Bill Gates definì l’open source comunismoe Steve Ballmer un cancro, però Microsoft ha voltato pagina da allora e con la recente svolta nell’interoperabilità , vuole mostrare rispetto per il mondo open source. Basta caricature, dice Brad Smith, General Counsel e IP chief di Microsoft, all’Open Source Business Conference.

Microsoft chiede un dialogo costruttivo: Microsoft e Red Hat sono sponsor dell’evento. Il colosso di Redmond chiede pacifica coesistenza.

Siamo entrati in un mondo nuovo, dove esistono nuovi modi per monetizzare il software: “Microsoft ama l’open source che gira su Windows“.

L’evento si è concluso con le battute: Mark Shuttleworth di Ubuntu ha detto che installare Vista SP1 è come “installare airbags in un’auto”, ma Brad Smith ha risposto che si sente più sicuro dentro Vista. Ma rimangono aperte le problematiche sulla violazione dei brevetti e sugli standard, anche se Microsoft promette maggiore interoperabilità. Microsoft ha annunciato l’accordo con Sourcesense per creare una versione Office Open XML di Apache POI.

Microsoft ha anche lancieto il Forum dell’interoperabilità . Tuttavia Microsoft accusa Linux di violare 235 brevetti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore