Microsoft difende il suo DRM

AccessoriWorkspace

Lettera di diffida per tutti i proprietari di siti che ospitano il programma
che "cracca" il suo DRM

L’occhio vigile di Microsoft è particolarmente attento, specie quando si tratta di difendere i propri interessi. Per contrastare la diffusione di FairUse4WM, il programma che libera dal DRM i file di Windows Media Audio, il colosso di Redmond è passato alle vie legali. Praticamente tutti i proprietari di siti che ospitavano tale applicazione hanno ricevuto una lettera di diffida e corrono seri rischi legali. Se infatti il programma in sé non è contro la legge, la rigida normativa statunitense in materia di diritto d’autore si Internet potrebbe costringere i provider ad agire per rimuoverlo. Per difendersi da una simile offensiva c’è poco da fare, ma è probabile che il programma continuerà a circolare attraverso i canali peer-2-peer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore