Microsoft difende Word in tribunale

Autorità e normativeNormativa

Microsoft Word è ancora in pericolo. Ora Microsoft va all’attacco. Prossima puntata: il 23 settembre

Microsoft

Word, che per un’ingiunzione rischiava il ritiro dagli scaffali , a causa di una guerra di brevetti su OOXml, non è ancora del tutto salvo. Adesso Microsoft va all’attacco e cerca di convincere la corte di appello federale a rovesciar e la decisione.

La canadese I4i accusa Microsoft di violare il brevetto del 1998 ( No. 5,787,449 )sul codice Xml.

Lo scorso maggio una giuria del Texas stabilì che il tagging XML di Word 2003 e Word 2007 violava il brevetto di I4i. Un mese fa un giudice Texano ha dato lo stop di vendita di Word per ingiunzione. A settembre Microsoft ha fatto ricorso in appello alla U.S. Court of Appeals per il circuito federale di Washington: l’ingiunzione è rimasta, ma Word rimane in vendita.

Nella risposta alle accuse di I4i, Microsoft si è difesa affermando che finora si sono commessi errori di definizione e che è stato applicato un legal standard sbagliato nel caso.

La prossima udienza è fissata il 23 settembre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore