Microsoft e Yahoo!: l’accordo sotto la lente delle società di analisi

Workspace

L’intesa fra Microsoft e Yahoo! è fatta: prevede un processo che verrà completato entro il 2012. Microsoft Bing diventa il motore di ricerca di entrambe le società, mentre Yahoo! si focalizza su banner e inserzionisti. La parola agli analisti su MicroHoo!

È passata di acqua sotto i ponti dal 2008 quando Microsoft ritirò l’Opa da 47,5 miliardi di dollari su Yahoo!. A luglio scorso il Ceo di Microsoft Steve Ballmer e la nuova Yahoo! dell’era del Ceo di Carol Bartz, hanno siglato un accordo di partnership e collaborazione: una storica intesa decennale , che porta Bing su Yahoo!. Ecco le pricipali società di analisi pensano dell’accordo, che adesso ha ottenuta il via libera dell’Antitrust Ue e del Dipartimento di Giustizia Usa.

A luglio Steve Ballmer spiegava che nessuno è stato venduto nè nessuno è stato acquisito, ma la partnership crea valore economico, opportunità e sinergie: anche se, ha ammesso, l’accordo è un po’ complicato: Bing diventa il motore di ricerca di Yahoo! e Yahoo! il partner vendite per Bing. Poi Ballmer ha insistito sui concetti di economia di scala e market share.

Ovum parla parla di una sfida: sia sul fronte manageriale (con grandi cambiamenti per il management task) che operativo-tecnico. Signal Hill non crede che Bing fermerà la perdita di share della combinata Microsoft-Yahoo!: due più due, nel business, non fa sempre quattro: 19,6% + 8,4% non è detto che dia come risultato 28%. Perché integrare Microsoft Bing nella rete commerciale di Yahoo!, non sarà una passeggiata. Gamco illustra il disappunto di Wall Street : Yahoo! sembra diventare Time Warner, ma senza la sua indipendenza (torna insomma lo “spettro di Aol“).

Secondo una slide segreta , Microsoft si aspetta costi di transizione fra i 600 e i 700 milioni di dollari, di cui al massimo 200 entro fine giugno 2010. Microsoft perderà 300 milioni di dollati nei primi due anni prima di ottenere un ritorno di 400 milioni di dollari. Al pubblico, Yahoo! ha reso noto che prevede che l’operating income aumenti fino a 500 milioni di dollar i, all’implementazione della partnership, e tagli di spese per 200 milioni di dollari.

Gli ingegneri di Microsoft hanno fatto complimenti a Search Monkey , ma è difficile capire che fine farà Boss (per esempio). Yahoo! dovrà un po’ mettere da parte le sue ambizioni hi-tech, per focalizzarsi sui contenuti, trasformandosi una Media Company. “Una Aol più grande e più viola” dicono un po’ i maligni. Il rischio è la fuga dei cervelli, se Microsoft non saprà valorizzare gli ingegneri e i talenti che hanno realizzato in questi mesi cose come Search Monkey , BOSS (Build your Own Search Service), Fire Eagle per le applicazioni localizzate, Blueprint , YUI JavaScript library per le applicazioni AJAX, ma anche Yahoo! Open Strategy (YOS) e YQL (Yahoo! Query Language).

Per conoscere maggiori dettagli dell’accordo decennale fra Microsoft e Yahoo!, è stato elaborato un sito ad hoc.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore