Microsoft e Yahoo!, l’accordo sulla ricerca online si avvicina

Aziende

Dopo mesi di speculazioni e tramontata l’Opa miliardaria di Microsoft su Yahoo!, si stringono i tempi per una partnership, che rafforzerà Microsoft e Yahoo! nella contrapposizione contro Google nel mercato della ricerca e dell’advertising online

Come anticipato a marzo da VNUnet.it, l’accordo tra Microsoft e Yahoo! (sfumata ormai la maxi Opa miliardaria) è ormai prossimo alla stesura finale.

Secondo il blog All Things Digital del Wall Street Journal, i due Ceo, Steve Ballmer e Carol Bartz, si sono finalmente incontrati, dopo settimane di corteggiamento e avvicinamento: la partnership dovrebbe portare in dote a Microsoft l’advertising testuale legato alla ricerca online di Yahoo! (dopo il fallimento delle trattive con Google, nei mesi scorsi, a causa dell’Antitrust Usa), e a Yahoo! il mercato dei banner pubblicitari di entrambe le società. Chiusa la parentesi della grande Opa da 47,5 miliardi di dollari fallita su Yahoo!, il Ceo di Microsoft Steve Ballmer ricorda l’opportunità di negoziati con Yahoo! per trovare finalmente un accordo relativo al solo asset della ricerca online. Microsoft conferma di essere interessata a Yahoo!, ma soltanto alla sua attività di search. Steve Ballmer aveva sempre detto che per sedersi di nuovo a un tavolo con Yahoo!, voleva un ricambio al vertice: il nuovo Ceo Carol Bartz è il numero uno di Yahoo! da inizio anno nuovo. L’accordo di collaborazione è l’ipotesi più probabile, e potrebbe avvenire anche “a cifre interessanti economicamente“.

Microsoft detiene solo il 10% della ricerca online, contro il 58% di Google: Microsoft ha bisogno di Yahoo! per aumentare il traffico e spingere sull’advertising online.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore