Microsoft era al corrente dei problemi di Vista

PCSistemi OperativiWorkspace

A quanto riporta un organo di stampa americano, i dirigenti di Microsoft erano al corrente dei problemi del sistema operativo Windows Vista fin dal suo rilascio.

Il sito del Seattle Post Intelligencer riferisce di una class action contro Microsoft, presentata sulla base di alcune e-mail interne all’azienda nella quale si faceva menzione dei vari problemi di compatibilità hardware e software che affliggevano Vista.

Insomma, per ammissione dello stesso CEO Steve Ballmer, Vista al momento del lancio non era pronto per il mercato.

Con la causa in questione, inoltre, si accusa Microsoft di avere ingannato i consumatori prima del lancio di Vista indicando che i PC erano “Windows Vista Capable”, cioè in grado di supportare il nuovo sistema operativo, anche se potevano far girare solo la versione Home Basic, a cui mancano diverse funzioni tipiche di Vista che richiedono un hardware grafico avanzato.

Secondo le accuse formulate, l’interesse di Microsoft sarebbe stato da un lato quello di sostenere per un certo tempo le vendite di XP, dall’altro di dare una mano a Intel per continuare a vendere i suoi chipset 915 con grafica integrata, insufficienti per Aero, facendo così quadrare i conti trimestrali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore