Microsoft fa squadra contro il worm Conficker

CyberwarSicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Anche una taglia per ottenere informazioni sugli hacker

L’ondata di minacce del worm Conficker almeno ha avuto un effetto positivo. Microsoft si è alleata con Symantec, F-Secure, Arbor Networks, Verisign e Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers ) per combattere il worm.

La cooperazione dell’Icann e di altri operatori che gestiscono i nomi di dominio è essenziale per chiudere i domini internet attaccati da Conficker.

In palio c’è anche una taglia di 250 mila dollari messa sul tavolo da Microsoft per qualunque informazione, proveniente da qualsiasi paese, sia in grado di portare alla cattura dei responsabili che spingono il malware su Internet. L’intento di Microsoft è di allargare il perimetro di difesa a protezione ddei consumatori con nuovi strumenti e metodologie software chiamando a raccolta il maggior numero possibile di esperti.

Il worm , conosciuto anche come Downadup, ha fatto la sua apparizione sul finire dello scorso anno attaccando una vulnerabilità di un servizio server di Microsoft. Ma una variante, identificata da Microsoft come Win32/Conficker.B , si diffonde non solo tramite alla vulnerabilità di Windows , ma anche attraverso la rete sfruttando i computer protetti da password deboli o attraverso le periferiche di storage rimuovibili. I personal computer infetti sono valutati in 9 milioni di unità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore