Microsoft, fra 12 mesi il ritiro del Ceo Steve Ballmer

AziendeManagementMarketingNomine
Steve Ballmer, Ceo di Microsoft
1 0 2 commenti

Ieri il Ceo di Microsoft Steve Ballmer ha annunciato il ritiro entro un anno. Il titolo vola. Per il successore verranno esaminati sia candidati interni che esterni

Aveva contemplato l’addio già nel 2010, ma solo ieri il Ceo di Microsoft Steve Ballmer ha annunciato il ritiro entro un anno. Negli ultimi anni i dispositivi mobili di Apple e i servizi di Google hanno messo Microsoft sotto pressione, tanto che Steve Ballmer ha deciso una riorganizzazione, per traghettare Microsoft nell’era Mobile. Microsoft si sta trasformando da colosso del software ad azienda di servizi, dispositivi e software, ma pesa sull’ultima trimestrale il flop di Surface RT (l’invenduto del Surface ammontava a 900 milioni di dollari).

Alla guida di Microsoft dal 2000, il 57enne Steve Ballmer avrebbe fallito a portare Microsoft oltre il Pc, proprio nell’anno nero del mercato del Personal computer. L’exit strategy di Ballmer prevede adesso la ricerca di un nuovo Ceo, considerato che il co-fondatore Bill Gates ha da tempo scelto di essere filantropo a tempo pieno. In passato si era vociferato il nome di Reed Hastings di Netflix, ma nessuno ha ora la palla di cristallo per elencare nomi di papabili: certamente, Microsoft valuterà sia candidati interni che esterni. Ballmer è stato una figura centrale in Microsoft per tre decadi, e cercare un sostituto non è un’impresa semplice, anche se il suo regno incontrastato per 13 anni, rimane controverso agli occhi degli analisti: da numero uno del computing, ora Windows vede Android dominare nel Mobile, e il titolo di Microsoft ha dimezzato il suo valore. L’azienda di Redmond sta passando dal 90% del controllo sul mercato Pc al 5% nel Mobile. La rirganizzazione di Ballmer ha tagliato le business unit, rodotte a quattro: il capo di Windows, la 51enne Julie Larson-Green, si occuperà di hardware, inclusi i tablet Surface e la console Xbox, con i relativi giochi.

Microsoft sta per lanciare Windows 8.1, l’aggiornamento di Windows 8 che riporterà una sorta di bottone Start sul desktop, per chi non ama i Tile di Metro UI su Pc; ma la “grande depressione” del mercato Pc è sotto gli occhi di tutti. “Non è il mai il momento giusto per questo tipo di transizioni, ma ora è il momento giusto” ha affermato lo stesso Ballmer nella nota ufficiale con cui Redmond ha comunicato il suo addio. Il titolo ha guadagnato il 7%. Bill Gates rimane chairman del board. Nonostante l’ultima trimestrale in chiaroscuro, Microsoft ha 77 miliardi di dollari cash. In questi decenni Ballmer ha portato le vendite di Microsoft da 7.5 milioni di dollari, quando venne assunto come 30esimo dipendente circa, a 78 miliardi di dollari un anno fa. Ha moltiplicato il fatturato per 10.000 volte.

L’addio di Ballmer segue quello di Paul Otellini, che ha lasciato Intel, mentre i vendor del mercato Pc stanno attraversando una lunga transizione: Hp, il numero 2 del mercato Pc, cerca da mesi una svolta; il numero tre, Dell, è impegnato in una battaglia per diventare privata, dopo l’addio alla Borsa. Senza Ballmer, Microsoft spera nel reboot.

Steve Ballmer si ritirerà da Microsoft
Steve Ballmer si ritirerà da Microsoft 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore