Microsoft e Google, la sfida si gioca su Office

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Apple offre su Ipad Number, Pages e KeyNote, ma in ambito business la suite di Microsoft per iPad farebbe davvero comodo
0 1 1 commento

Office su iPad potrebbe aiutare sia Apple che Microsoft. La suite da ufficio diventa il nuovo terreno di sfida fra Microsoft e Google, impegnate a concorrere in ambito business e su tablet

Dalle applicazioni Office dipenderanno le quote di mercato Windows/Android. Sulle suite da ufficio si gioca la partita della penetrazione nel mercato business. L’apertura di Microsoft con Office per iPad, che potrebbe essere rivelato il prossimo 27 marzo, e il nuovo licensing Office 365, rappresentano le nuove pedine nella sfida fra Microsoft e Google: non stupisce che con Apple e iOs in questa fase sia “quasi ‘alleanza naturale’” come scrive TechWeek Europe.

Secondo le società d’analisi, Microsoft sta perdendo 2.5 miliardi di dollari l’anno per l’assenza di Office su iPad: portare Office su iPad è diventata la priorità di Microsoft nell’era del nuovo Ceo Satya Nadella, dopo che Apple ha venduto 200 milioni di tavolette dal 2010 ad oggi. Forrester osserva che oggi su Mobile vincono apps come Dropbox o Evernote, dunque per Microsoft è vitale essere presente su ogni device: sia con Office for iPad che con il cloud di Microsoft OneDrive.

Lo “spostamento di equilibrio tra Redmond e Mountain View” si osserva mettendo in fila alcuni fatti, successi nelle ultime settimane:

1. Microsoft ha rilasciato OneNote gratis per Mac e Windows.
2. Microsoft rende disponibile una Sku di Office intorno ai 70 dollari, che consente l’uso di Office su un tablet e un computer, Office Home Premium si chiamerà Office Home.
3. Il 27 di marzo è previsto Office su iPad.
4. Google e Microsoft non vogliono condivedere i propri spazi su dispositivi con doppio Os.
5. Aggiungerei: il lancio di Nokia X, un Android modificato con i servizi dell’ecosistema Microsoft.

Nei giorni scorsi Asus ha cancellato il dual OS di Intel su un ibrido, prossimo al debutto: Google vuole dispositivi solo Android; e Microsoft non vuole condividere sistemi operativi sui dispositivi Windows. Presentato al CES 2014, il dual OS con switch fra Android-Windows è stato depennato.

La strategia di Microsoft è lampante: impegnarsi con tutte le forze su Office, offrendo qualsiasi declinazione di licenza sui dispositivi Windows e Apple, per spingere la propria suite di produttività e di servizi online. Al contempo l’azienda di Redmond rinuncia a entrare in rotta di collisione con il motore di ricerca di Mountain View su Android. L’obiettivo consiste nel “preservare il proprio sistema operativo (tablet e smartphone) in  sofferenza per le carenze di Windows 8”. Del resto Windows 8 non raggiunge i numeri di Seven, e perfino Xp cresce, seppur di poco: per la prima volta dagli anni ’90 Windows è calato sotto il 90% nelle quote di mercato a livello di piattaforma. “Aprire Office ad Android o sui ChromeOs, in questo momento, metterebbe davvero a serio rischio la sopravvivenza di una scelta Windows sui tablet” spiega Mario De Ascentiis.

I numeri parlano chiaro e sono lì a dimostrare che Windows ha raddoppiato market share sui tablet, ma le percentuali, pur salite dall’1 al 2,1%, sono tuttora troppo modeste: nel 2013 Android ha superato iOS nei tablet, primo con il 62% e iPad secondo con il 36%. Secondo Gartner, i tablet Android hanno registrato un incremento del 127%. Microsoft non deve sbagliare un colpo per sopravvivere sui tablet.

Office 365 fatica rispetto alle aspettative: a gennaio Microsoft ha registrato 3,5 milioni di licenze di quello che si chiamava Office Home Premium. “Giocoforza diventano quasi un alleato naturale di Microsoft in questa fase la piattaforma MacOs e ovviamente iOs.” Per spingere Office 365, una buona soluzione molto fresca, serve maggiore flessibilità: il licensing per ‘single’ è dunque il benvenuto.

A questo punto gli occhi sono puntati su Office per Mac 2014, o come si chiamerà: probabilmennte pronto entro la fine del secondo trimestre di quest’anno. E fari accesi sull’evento del 27 marzo, quando il Ceo Satya Nadella potrebbe rivelare Office per iPad, la suite di Microsoft (Word, Excel, PowerPoint e OneNote) – a patto di avere una licenza registrata a Microsoft Office 365.

Apple sui propri tablet e per il Mac propone già iWork con Pages, Numbers e Keynote: apps discrete, ma in ambito business la suite di Microsoft per iPad farebbe davvero comodo. L’alternativa è Google Apps for Business: non è gratuita, può interessare startup, giovani aziende, piccole imprese, ma quando l’installato Microsoft è consolidato (nella maggior parte dei casi), non siamo così sicuri che abbandonare la strada vecchia per la nuova possa portare a benefici giustificabili. Invece potrebbe premiare la combinazione Apple MacOs X e iOs, con i servizi Microsoft.

Conclude TechWeek Europe: “Al momento a noi piace moltissimo per lavorare la combinazione Apple MacOs X e iOs, con i servizi Microsoft. Utilizziamo però correntemente anche Google Apps for business. Possiamo in questo caso documentare l’estrema semplicità anche solo di integrazione dei servizi email, proprio grazie agli strumenti messi a disposizione da Google, tra cui i tutorial per la migrazione da Microsoft Exchange che abbiamo provato con soddisfazione sulla nostra pelle. Nel nostro quotidiano procediamo quindi utilizzando in parallelo un dominio professionale su piattaforma Microsoft Office 365 Small Business e un account con dominio, anche in questo caso su Google Apps for Business. La nostra preferenza al momento va ancora alle soluzioni Office di Microsoft, con il Mac, perché oggettivamente siamo rimasti delusi da Windows 8 quando non si ha a disposizione un touchscreen. E sul laptop di un touchscreen non ne abbiamo mai sentita la necessità”.

TechWeek Europe: Microsoft, battaglia tattica contro Google. Office è l’arma d’elezione

Apple offre su Ipad Number, Pages e KeyNote, ma in ambito business la suite di Microsoft per iPad farebbe davvero comodo
Apple offre su Ipad Number, Pages e KeyNote, ma in ambito business la suite di Microsoft per iPad farebbe davvero comodo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore