Microsoft ha annunciato, all’interno di una più ampia strategia per contrastare lo spamming, lintegrazione dellinnovativa tecnologia anti-spam – SmartScreen – su tutte le proprie piattaforme di messaggistica

NetworkProvider e servizi Internet

La nuova tecnologia SmartScreen per filtrare lo spamming, sarà integrata
in tutte le piattaforme e-mail Microsoft, compreso il nuovo Microsoft
Exchange Intelligent Message Filter

Secondo recenti indagini infatti lo spamming colpisce oltre la metà delle e-mail inviate ogni giorno. Questa tecnologia, già disponibile all’interno di Outlook 2003, MSN 8 e Hotmail, sarà presto rilasciata come add-on per Exchange Server 2003, con il nome di Microsoft Exchange Intelligent Message Filter. La nuova tecnologia SmartScreen è stata disegnata per integrare le più innovative tecnologie anti-spam nei prodotti Microsoft, aiutando aziende e privati a proteggere le proprie caselle di posta elettronica dal crescente volume di messaggi indesiderati. Questa tecnologia brevettata prevede che la macchina apprenda: la decisione dellutente di classificare un messaggio come spam viene infatti incorporata in un feedback loop che addestra il filtro a riconoscere cosa cercare. Centinaia di migliaia di abbonati Hotmail hanno catalogato volontariamente milioni di messaggi e-mail distinguendoli tra legittimi e spam, creando così oltre 500.000 caratteristiche salienti dei messaggi indesiderati che la tecnologia SmartScreen è in grado di identificare. Grazie al nuovo Exchange Intelligent Message Filter, gli utenti Exchange 2003 possono, attraverso l’esame delle caratteristiche, classificare ogni messaggio in arrivo come possibile spam e utilizzare tali informazioni per filtrare i messaggi prima che raggiungano le caselle di posta cui sono destinati. Recenti studi di settore indicano che oltre la metà delle e-mail inviate oggi sono composte da spam, con il risultato di appesantire notevolmente le reti e richiedere ad aziende e consumatori un grande dispendio di tempo, risorse e denaro per combattere il fenomeno. Lo spamming sta avendo un pesante impatto sull’uso della posta elettronica, come si evince da una recente ricerca condotta da Pew Internet American Life: il 52% degli utenti e-mail ha dichiarato di non fidarsi più della posta elettronica in generale a causa dello spam, mentre il 25% ha ridotto l’uso della e-mail a causa del crescente volume di messaggi indesiderati ricevuti. Spesso gli spammer aggrediscono anche categorie di utenti e-mail meno esperti, come i bambini, rappresentando una seria minaccia per la privacy e la sicurezza personale. Allinterno di una strategia generale volta ad aumentare i livelli di sicurezza, l’integrità e la produttività della posta elettronica, Microsoft sta per rilasciare agli utenti di Exchange Server 2003 nuove funzionalità anti-spam lato server, basate sulla tecnologia SmartScreen. Exchange Intelligent Message Filter è in grado di eseguire analisi euristiche delle e-mail per determinare se si tratti o meno di messaggi indesiderati. Questo filtro intelligente è caratterizzato da capacità avanzate di autoapprendimento, che gli consentono di aumentare costantemente la propria abilità di identificare i messaggi indesiderati e di ridurre il numero di errori. L’implementazione sui server di Intelligent Message Filter permette di bloccare le e-mail indesiderate prima ancora che giungano alle caselle di posta degli utenti. Basato su Exchange 2003, questo filtro (che sarà disponibile nella prima metà del 2004 per gli utenti di Exchange 2003 con lopzione di Software Assurance) può essere gestito dagli amministratori attraverso lutilizzo degli strumenti Exchange Server Management. Queste nuove funzionalità di filtro e di protezione della posta elettronica si basano sulle innovazioni in materia di sicurezza introdotte in Exchange Server 2003 e Outlook 2003 per contrastare spamming e contenuti pericolosi a livello di gateway e client. Il supporto da parte di Exchange 2003 di safe e block sender list, dello spoofing di dominio e di una vasta gamma di altre tecniche anti-spam permette agli amministratori IT di mantenere le reti perfettamente funzionanti, contribuendo ad accrescere la produttività degli utenti. Exchange 2003 è stato progettato anche per essere integrato efficacemente con le soluzioni di altri produttori. La API aggiornata per la scansione dei virus (VSAPI versione 2.5) e il tool anti-spam con capacità SCL (Spam Confidence Level) offrono ai partner la possibilità di creare soluzioni più integrate ed efficaci. Maggiori informazioni sulle soluzioni anti-spam per Exchange sono disponibili agli indirizzihttp://www.microsoft.com/exchange/techinfo/security/antispam.asp e http://www.microsoft.com/exchange/imf/.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore