Microsoft: Il Web è meglio senza plug-in

ManagementMarketingNetwork

Microsoft abbraccia gli standard Web. Che cosa significa per Flash e Silverlight, la svolta di Internet Explorer 10 sull’interfaccia Metro di Windows 8

Microsoft ha già messo le mani avanti contro i plug-in presentando la versione test del prossimo Internet Explorer sull’interfaccia Metro di Windows 8. “IE su Metro funnziona senza plug-in per migliorare la durata della batteria, la sicurezza, l’affidabilità e la privacy per gli utenti consumer,” ha scritto in un post sul blog John Hrvatin, program manager a capo di Internet Explorer. Microsoft ora afferma che i plug-in fanno male al Web.

Il prossimo IE10 non girerà solo sull’interfaccia Metro di Windows 8, sui tablet multitouch, ma anche nella versione classica della prossima versione di Windows. “L’esperienza di navigazione desktop e dei principali plug-in non era creata per dispositivi con schermi più piccoli, limiti della batteria e senza mouse,” Hrvatin spiega: i programmatori dovranno farsene una ragione.

Già Apple ha impedito al plug-in di Adobe Flash di sbarcare sul suo browser Safari sui dispositivi Mobile con iOS. I creatori di browser hanno dovuto lavorare sui Web standards per trarre i benefici di Flash con grafica, testo, audio, Webcam e video. Sotto pressione, Adobe ha messo il suo peso sugli Standard Web, abbandonando anche Flash per Android. Flash rimarrà solo per videogame, video premium e settori di nicchia.

Ma il discorso di Microsoft sui plug-in riguarderà anche Silverlight: Microsoft ha deciso di abbracciare gli standard Web.

Internet Explorer 10
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore