Microsoft lavorerà con la Yugoslavia

Workspace

Informatizzazione pubblica e lotta alla pirateria i punti principali dellintesa

La scorsa settimana Microsoft ha firmato una lettera dintenti per informatizzare i pubblici servizi della Yugoslavia. Laccordo segna anche un importante riavvicinamento della nazione con le società statunitensi, dopo alcuni anni di isolamento pressoché completo. Nellaccordo firmato dal vice-presidnete di Microsoft, Michel Lakombe, si prevede che il gigante di Redmond offra aiuti finanziari e di know-how nei progetti che saranno avviati dal governo yugoslavo e dalla Repubblica di Serbia. Il Governo, dal canto suo, ha assicurato una lotta sempre più serrata contro la pirateria informatica. Le relazioni con i paesi esteri, hanno ripreso dopo che il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, ha revocato le sanzioni che impedivano i contatti tra aziende statunitensi e yugoslave. Laccordo assume unimportanza fondamentale anche nella lotta alla pirateria del software, che vede proprio nella Yugoslavia una delle nazioni più a rischio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore