Microsoft licenzia il suo Cio

ManagementNomine

La decisione dell’azienda è giunta al termine di un’indagine che ha appurato la mancata osservanza della politica aziendale

L’AZIENDA DI REDMOND ha dato il ben servito a Stuart Scott, Chief Information Officier, per mancato rispetto della politica aziendale, senza aggiungere nessun particolare.

L’agenzia Associated Press riporta qui le parole di Lou Gellos, portavoce di Microsoft, il quale si è limitato a dire che la decisione dell’azienda è giunta al termine di un’indagine che ha appurato la mancata osservanza della politica aziendale.

Scott era entrato in Microsoft nel 2005 dopo 17 anni nella General Electric ed era responsabile dell’infrastruttura della più grande software house al mondo. La sua figura fa riferimento a Kevin Turner, numero due di Microsoft, che a sua volta fa riferimento direttamente al CEO Steve Ballmer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore