Microsoft – LinkedIn, via libera dalla UE

Autorità e normativeNormativa
Microsoft - LinkedIn, via libera dalla UE
0 0 Non ci sono commenti

Le garanzie messe sul tavolo da Microsoft nello scacchiere europeo hanno durata quinquennale, e la loro applicazione sarà tenuta d’occhio. La Commissione ha dunque deciso che l’acquisizione di LinkedIn “non sollevi più preoccupazioni in materia di concorrenza”

L’operazione Microsoft – LinkedIn ha ottenuto il semaforo verde della Commissione Europea. L’acquisizione di LinkedIn da parte di Microsoft per 26,2 miliardi di dollari, aveva sollevato alcune perplessità e dubbi, tuttavia Microsoft aveva promesso di garantire la concorrenza, sia nel mercato Crm che della pubblicità online.

Microsoft - LinkedIn, via libera dalla UE
Microsoft – LinkedIn, via libera dalla UE

Nel mercato Customer relationship management (Crm), con Salesforce, Oracle e SAP la concorrenza è garantita: possono competere con i pacchetti di dati personali e servizi gestiti da LinkedIn e in proprio da Microsoft. Anche nel mercato dell’advertising online, è assicurata la concorrenza.

La UE temeva che Microsoft volesse legare la presenza di LinkedIn su tutti i PC Windows e inglobare LinkedIn in tutti i propri prodotti aziendali in un bundle esclusivi, che impedisse l’accesso alle API ai concorrenti. L’azienda di Redmond ha promesso invece interoperabilità, visibilità e flessibilità, aggiungendo che Microsoft assicurerà accesso ai dati, agli add-on e alle API di Office ai servizi di network professionali concorrenti, in modo da consentire loro di integrare servizi nelle soluzioni aziendali Microsoft. I vendor OEM non saranno obbligati alla pre-installazione dei servizi LinkedIn sui Pc venduti in Europa, ma potranno fare largo alle offerte della concorrenza.

Le garanzie messe sul tavolo da Microsoft nello scacchiere europeo hanno durata quinquennale, e la loro applicazione sarà tenuta d’occhio. La Commissione ha dunque deciso che l’acquisizione “non sollevi più preoccupazioni in materia di concorrenza“.

Il social network per professionisti ha archiviato il secondo trimestre, mettendo a segno risultati migliori delle aspettative. Nella prima trimestrale dell’era Microsoft, successiva all’acquisizione da 26.2 miliardi di dollari, il fatturato sale del 31% a 933 milioni di dollari. Gli utili, escluse alcune spese, si attestano a 1.13 dollari per azione, contro la proiezione di 78 centesimi per azione previsti dagli analisti.
Il social network per professionisti conta 433 milioni di utenti nel mondo, di cui 2 milioni sottoscrittori a pagamento. Accedono a Linkedin ogni mese 97 milioni.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper: Sbloccare il vero potenziale del Cloud e delle infrastrutture IT ibride

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore