Microsoft nega modifiche al codice in Windows Vista

Sistemi OperativiWorkspace

Il colosso di Redmond rifiuta l’ipotesi che il ritardo sia dovuto a una riscrittura sostanziale del codice

Mentre Idc minimizza l’impatto dello slittamento di Windows Vista nel Mercato Pc, girano voci alternative, ma che non trovano conferma, sulle motivazioni del ritardo del rilascio di Vista. Un giornale australiano ha adombrato l’ipotesi, bollata da Microsoft come speculazione, che il colosso di Redmond stia riscrivendo il 60% del codice di Vista. Microsoft però nega modifiche al codice in Windows Vista, e conferma al contreari che si tratterà di uno slittamento di poche settimane, per un rilascio a gennaio 2007.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore