Microsoft non discrimina i gay

NetworkProvider e servizi Internet

La futura normativa contro la discriminazione dei gay nello Stato di Washington avrà l’appoggio del colosso di Redmond

Il Chief Executive Officer di Microsoft Steve Ballmer ha scritto una lettera agli impiegati in cui ha espresso la decisione della società di rinunciare alla posizione neutrale, ma invece di esporsi pubblicamente contro la discriminazione dei gay. La futura normativa in materia nello Stato di Washington avrà quindi il sostegno attivo di Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore