Microsoft non ha paura di Linux

Management

Accordo di Hp con SuSe per la distribuzione di Linux su desktop e
notebook: non è un problema, afferma il colosso di Redmond.

All’annuncio di Hp, secondo il quale, Suse Linux diventerà lo standard mondiale per le aziende che desiderano una piattaforma open source per i propri desktop e notebook, Microsoft ha risposto di non essere affatto preoccupata. I suoi prodotti rimarranno la scelta prevalente tra le aziende che acquisteranno hardware HP, a causa dei problemi d’integrazione e sicurezza della piattaforma Linux. “Attualmente Linux non è in grado di offrire una soluzione adatta ai bisogni dell’utente. Non è integrata e i problemi inerenti la sicurezza non sono cosa da poco” ha affermato Nicholas McGrath, a capo della divisione platform strategy di Microsoft UK. Da parte sua, HP sottolinea che, offrendo le soluzioni Linux alle aziende, dai desktop ai data centre, sarà in grado di garantire una vasta scelta di applicazioni alternative. Secondo McGrath non si tratta di una minaccia, per Microsoft: “Che Linux possa soddisfare le esigenze di tutti i tipi di azienda, di qualsiasi dimensione, non è vero” ha affermato. “Il 70% dei server utilizza un sistema operativo Microsoft e questo ci invoglia a raddoppiare i nostri sforzi”. HP ha confermato che comincerà a consegnare le macchine Linux solo alle aziende, a partire dalla seconda metà del 2004 nel nord-america. Per l’EMEA e l’area Asia-pacifico bisognerà attendere ancora. Inizialmente HP fornirà l’ambiente desktop SuSE Linux di Novell, ma conta a breve di fornire anche l’ambiente desktop Ximian, acquisita da Novell nell’agosto 2003. Neil Macehiter, direttore delle ricerche e analista di Ovum, ha commentato: “Sembra che HP voglia avvantaggiarsi rispetto al concorrente IBM, che ha annunciato di recente un accordo con Novell per supportare SuSE Linux sulla propria famiglia di server”. Ricordiamo che Ibm ha siglato un accordo anche con RedHat, secondo il quale, Red Hat Enterprise Linux v.3 sarà opzione di configurazione standard per chi acquisterà l’hardware della serie eServer Power di IBM.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore