Microsoft non ha saputo mettersi in luce al Ces, nonostante Kinect

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobility

Su quattro fronti Microsoft è apparsa in difficoltà all’ultimo Ces di Las Vegas. La buona notizia è che Kinect salirà sui Pc

L’unica buona notizia da Microsoft è che Kinect ha venduto 8 milioni di unità in poche settimane e che Kinect salirà sui Pc. Il Ceo Steve Ballmer ha detto che il controller sarà una periferica ufficiale per Windows e che Kinect Avatar presto rinnoverà le chat. Tuttavia Microsoft non ha saputo mettersi in luce al Ces su ben quattro fronti. Ecco quali.

Secondo ZdNet le stelle stanno volgendo le spalle a Microsoft. Il keynote di Microsoft è parso scialbo e senza visione. Microsoft si è limitata a presentare prodotti già sul mercato nel 2010 e a dire che Windows 8, per i chip Arm e tablet, arriverà ufficialmente fra due anni.

Sul fronte Mobile, le cose non sono andate meglio. Tutti i vendor scommettono su Android, di cui abbiamo visto un’ampia gamma di smartphone agguerriti e quasi tutti 4G in arrivo, ma nientye per Windows Phone 7: l’unica novità è che arriva il copia-e-incolla. E’ probabile che il piatto forte per WP7 venga servito al Mobile World Congress di febbraio, dove Nokia potrebbe presentare una linea di Windows Phone 7 da affiancare a Symbian; ma per ora sono solo indiscrezioni.

Sul fronte tablet, l’unico che ha un po’ impressionato è il tablet Windows 7 dual-core: ASUS Eee Slate EP121-1A011M è un tablet da 12.1 pollici, con chip dual-core Intel Core i5-470UM, connettività USB e sistema operativo Windows 7 Home Premium a 64-bit. Quindi un nuovo tablet da affiancare ad Hp Slate 500. Ma forse un po’ poco, secondo ZdNet, dopo le promesse di Ballmer: disse che sarebbe arrivato un grande tablet con Intel Oak Trail e a luglio aveva affermato che Microsoft stava lavorando a un rivale di iPad. Promesse sfumate.

Infine anche Windows 7 (che sta vendendo bene, oltre 240 milioni di copie in 12 mesi) è stato messo nell’ombra: nessuna nuova gamma di desktop e laptop da parte dei maggiori vendor Pc, tranne rare eccezioni.

Insomma, per Microsoft è stato un Ces dimesso. E il Financial Times, dopo l’addio di Dirk Meyer da Amd per analoghe ragioni, sussurra che si avvicina “la notte dei lunghi coltelli“. Perché è vero che Microsoft ormai scommette sul cloud e ha buone chance per dominare questo mercato; tuttavia mai sottovalutare gli avversari, che sono i concorrenti VMware negli internal Clouds e Amazon negli external Clouds. Per Ballmer non è detto che ci sia pace neanche fra le nuvole.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore