Microsoft paga gli sviluppatori di apps su Windows Phone 7 e svela la beta di Developer tool

AccessoriMarketingMobilityWorkspace

Microsoft ha rilasciato Windows Phone Developer tool in Beta. E pensa alle strategie per sfidare Apple App Store e Android Market

Microsoft potrebbe sbilanciarsi pur di entrare nella partita dei developer, finora contesa da Apple e Android. Microsoft ha deciso di finanziare gli sviluppatori indipendenti di Windows Phone 7 e potrebbe arrivare ad offrire entrate garantite, pur di recuperare il tempo perso nel mercato smartphone contro iPhone, Android e Blackberry.

Significa che anche chi rischia un flop nello sviluppo di applicazioni potrà guadagnare qualcosa lavorando per Windows Phone 7. Solo se Microsoft avrà un’ampia scelta di applicazioni Web e giochi, potrà rendere Windows Phone 7 attraente nell’agguerrito mercato smartphone. Le 246 applicazioni, secondo Abi Research, presenti un anno fa su Marketplace sono decisamente poco appetibili. Apple ha 225 mila apps su App Store, contro le 65 mila di Android su Android Market. Lo riporta Bloomberg.

Secondo Abi Research, Windows Phone deteneva nel primo trimestre il 6.9% del mercato mondiale smartphone (in calo dal 10.8% di un anno prima), lontano dal 15.8% di iPhone e dal 9.9% di Android.

Intanto Microsoft ha rilasciato Windows Phone Developer tool in Beta: integrato con Expression Blend e dotato di Windows Phone Emulator Beta, ha tutto ciò che serve per sviluppare per Windows Phone 7. Corredato anche di XNA Game Studio 4.0 Beta, Visual Studio 2010 Express for Windows Phone Beta e Silverlight for Windows Phone Beta.

Leggi anche l’ANALISI: I dieci smartphone a rischio nel 2010

Windows Phone 7
Windows Phone 7
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore