Microsoft potrebbe tornare alla carica di Yahoo!

AziendeMercati e Finanza
Verizon alla conquista di Yahoo! per quasi 5 miliardi di dollari
2 1 1 commento

Anche Microsoft prende in considerazione l’acquisizione del portale di Sunnyvale, a un prezzo iper-scontato rispetto ai 44 miliardi di dollari offerti nel 2008. Appuntamento per l’asta fissato per l’11 aprile, secondo indiscrezioni

L’asta per gli asset online e quelli asiatici di Yahoo! potrebbe tenersi l’11 aprile. Lo riporta il Wall Street Journal (Wsj). Le lettere ai potenziali acquirenti sono state spedite e già spuntano vecchie conoscenti: per la seconda volta in pochi lustri, anche Microsoft prende in considerazione l’acquisizione del portale di Sunnyvale, a un prezzo iper-scontato rispetto ai 45 miliardi di dollari offerti nel 2008, ere geologiche fa nel mondo IT. Nel 2008, l’iPhone era agli esordi, il mercato Pc viveva ancora i suoi fasti (anche se il notebook metteva la freccia sul desktop) e i motori di ricerca erano considerati la porta di accesso alla Rete, ma allora era solo l’alba di Mobile, intelligenza artificiale (AI) ed assistenti vocali.

All’asta potrebbero partecipare anche AT&T, Verizon e Comcast, e forse il Time. Hanno mostrato interesse anche Bain Capital Partners, KKR e TPG Capital.

Microsoft potrebbe tornare alla carica di Yahoo!
Microsoft potrebbe tornare alla carica di Yahoo!

Secondo Reuters, manager di Microsoft have hanno incontrato potenziali investitori di Yahoo!, ipotizzando un’acquisizione. Quando fallì l’Opa di Microsoft su Yahoo! e il motore di ricerca cambiò i primi dei 5 Ceo in 5 anni, l’azienda di Redmond e il portale di Sunnyvale stipularono un accordo decennale nel search e nell’advertising.

Re/code riporta che Microsoft sarebbe in trattative con vari private equity e considera un “significativo” finanziamento per partecipare all’asta di Yahoo!, che ha un valore di capitalizzazione di mercato pari a 33 miliardi di dollari, ma gran parte è da attribuire alla quota nell’e-commerce cinese Alibaba. Il core business è valutato fra 6 e 8 miliardi di dollari.

In passato Microsoft ha finanziato per 2 miliardi il passaggio di Dell da azienda quotata a privata, con Silver Lake e Michael Dell.

In queste ultime settimane il Ceo Marissa Mayer, il cui Cda è sotto attacco da parte di Starboard, ha chiuso servizi come Games , ha annunciato 1.700 tagli di posti di lavoro e cessioni di asset di brevetti e real estate per guadagnare fra 1 e 3 miliardi di dollari.

Oggi l’acquisizione di Yahoo! da parte di Microsoft potrebbe andare in porto per 10 miliardi di dollari. Segno del tempo passato da quel 2008, anno spartiacque nella crisi della finanza e delle Borse.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore